Democratici e progressisti, Rivoli c’è

Molti di noi, iscritti e militanti (30 circa), hanno creduto al PD sin dalla sua nascita ed hanno accompagnato, senza sosta e senza risparmio di energie, il percorso quasi decennale fino ad oggi. Con l'Assemblea Nazionale di Roma, per noi tutti, si è definitivamente concluso un ciclo politico che vede esaurirsi le ragioni originarie a partire dalla Carta dei Valori e dello Statuto del Pd, troppo spesso disattesi.

Per questo siamo consapevoli che senza una grande mobilitazione sociale che abbia come obiettivo la lotta alle disuguaglianze, l'impegno per garantire maggiori diritti e dignità al lavoro, serie politiche di crescita economica, sostegno e valorizzazione dell'istruzione, welfare universalistico, e attenzione ai temi delle migrazioni e ai mutamenti europei ed internazionali, risulterebbe assai difficile incidere  in Italia e nel panorama europeo con lo strumento organizzativo inadeguato e proposto dal PD in questi ultimi anni.
Noi pensiamo di avviare un percorso di costruzione di un movimento aperto, non un partito, che sia  la costituente per un rinnovato centrosinistra, senza rinunciare al progetto di una grande forza unitaria del centrosinistra e che sia anche di stimolo affinché il Partito Democratico riprenda il cammino arrestando la sua deriva neocentrista.

Condividiamo l'impegno del Manifesto di “Art.1” di costruire e radicare anche a Rivoli un campo di esperienze democratiche e progressiste, legate alle culture socialista, liberale, cattolica, democratica e ambientalista, al mondo civico dell'associazionismo e del volontariato, alla grande mobilitazione popolare manifestatasi nel recente referendum costituzionale.

Per questo è importante un progetto di governo che si avvalga dell'esperienza delle donne per realizzare una società più equilibrata, accogliente, meno individualista, che si batta per sviluppare una coscienza dei diritti e delle libertà fondamentali. Queste significative ragioni ci fanno aderire con entusiasmo alla nascita di “Art.1 - Movimento democratici e progressisti” la nuova formazione politica promossa dagli ex PD Roberto Speranza ed Enrico Rossi e dall'ex Sinistra Italiana Arturo Scotto.

L'articolo 1 della Costituzione “è il nostro simbolo, la nostra ragione” come dice Speranza. Queste parole straordinarie sono ancora una incompiuta, un progetto da realizzarsi. Il nostro primo punto nell'agenda di governo è dare risposta a questo dramma sociale. I giovani innanzitutto.

Nei giorni scorsi si è costituito in consiglio comunale il gruppo denominato “Art.1 Movimento Democratici e Progressisti” con i consiglieri Antonietta Barrina, Massimiliano Montaruli, Eloisa Chiara Pasqualotto, Francesco Sammartano. Il gruppo ha nominato Eloisa Chiara Pasqualotto capo gruppo e Antonietta Barrina vice capogruppo.

In questa fase i rappresentanti del coordinamento di Art.1 Movimento Democratici e Progressisti di Rivoli è composto da Gemina Siniscalchi, Bruno Della Calce e Giuseppe Sammartano.

*Giuseppe Sammartano, ex capogruppo Pd in Provincia di Torino, oggi consigliere di amministrazione in Smat

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento