Fermare gli irresponsabili

In queste ore difficili il Paese sta pagando le conseguenze per aver votato movimenti e forze politiche poco responsabili.

Questa Europa che mette al primo posto gli interessi del mercato e non il lavoro e i diritti a me e credo a molti non piace, ma la volgarità, l'incitamento al razzismo e l'arroganza di Salvini e della destra che esalta il fascismo e attacca il Presidente della Repubblica vanno combattuti con fermezza senza dubbi o esitazioni.

Di Maio del M5s, che è stato chiaramente giocato dalla Lega di Salvini, per tentare di recuperare spazio politico si scopre incendiario e irresponsabilmente ha chiesto, in diretta Tv, la messa sotto accusa del Presidente della Repubblica.

La proposta dell’uscita dell’Italia dall’euro, sulla quale esistono legittimamente diverse posizioni, non è mai stata esplicitamente sottoposta in campagna elettorale alla valutazione dei cittadini da nessuna forza politica.

Da questo punto di vista aver voluto inserire tale posizione da parte, in particolare, dalla Lega di Salvini direttamente nel Governo con un esponente che la teorizza al Ministero del Tesoro, rappresenta una evidente forzatura che il Presidente della Repubblica non poteva che rifiutare.

È adesso urgente ricostruire una sinistra del lavoro e dell'eguaglianza in grado di respingere qualsiasi tipo di minaccia alla democrazia e alla Costituzione, nata dalla lotta di Liberazione antifascista. Una sinistra europea che si batte per cambiare e migliorare l'Unione facendone parte: un'Europa sociale, solidale, dei diritti e della piena occupazione.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento