Com’è difficile stare nel Pd

A livello nazionale, un partito bloccato fra un segretario “dimissionario” e un reggente... Penso sia necessario fare, o con assemblea o con la convocazione del congresso, l’elezione di un segretario nella pienezza delle funzioni e del potere. A livello regionale, le persone deputate a scegliere nel centrosinistra il candidato (o la candidata) a presidente della Regione Piemonte la smettano col balletto dei nomi. Non dimentichiamo che la Regione è un ente che si occupa per il settanta per cento del suo bilancio di sanità pubblica, tema cui la popolazione, segnata dalla crisi, é particolarmente sensibile. Per questo servono un candidato (o una candidata) per cui il centrosinistra può già scegliere all’interno dell’attuale, propria maggioranza. Su questo, noi dirigenti locali, sentiamo la maggiore pressione di militanti ed elettori, che non possono reggere ulteriormente un lungo stato confusionale.

Cordiali saluti

*Claudio Giordano,  coordinatore circolo Pd Dronero Valle Maira, membro Direzione regionale

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento