I disservizi di Gtt

La vita di noi “normali” cittadini si svolge tra lavoro, casa ed altre attività per le quali di solito usiamo i mezzi pubblici. Ora ci sono molte cose su cui protestare a Torino, ma non per ideologia, ma per praticità. I mezzi pubblici sono gestiti male nonostante gli inviti a “bippare” ( termine orribile anche perché ricorda la droga) ma ci ritroviamo quasi sempre dover salire su autobus pieni e caldi, mentre magari subito dopo, e sempre alle stesse ore, transitano bus paurosamente vuoti. Ora potrei inviarvi una statistica giornaliera dei passaggi della linea 11, per esempio, alle ora 19 di sera in via XX Settembre alla fermata verso la periferia per dimostrarvi ciò che affermo. Protestando alla Gtt le risposte sono sempre le solite. ora non è possibile che tutti i giorni ci sia un bus in ritardo e un bus subito dietro. Mancanza di capacità gestionale, per non pensare al peggio. Sarebbe ora di utilizzarle veramente queste statistiche, fatte non d’estate ma nel periodo invernale con tanto di scuole aperte per razionalizzare linee e passaggi.

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    10:24 Venerdì 07 Settembre 2018 fatti inefficienza

    la vicenda del nuovo sistema di abbonamento, delle nuove card, o biglietti, fatto partire senza averne testato la funzionalità, dice tutto delle competenze in Gtt, stanno usando gli utenti come cavie del sistema. Un'organizzazione in cui ad ogni elezione un terzo degli autisti sceglie di fare lo scrutatore, obbligando ad un taglio delle corse, e dei vertici abbiamo letto spesso.

Inserisci un commento