Quei bradipi dei Torinesi

E così i nostri cugini milanesi, da sempre più concreti e costruttivi di noi ma piuttosto privi di fantasia e abituati a impadronirsi delle idee altrui per svilupparle in maniera redditizia, non si sono ancora ripresi dallo smacco di “Tempo di Libri”, e per farcela pagare questa volta hanno fatto che prenderci le montagne. Come i bambini: voi torinesi avete fatto le Olimpiadi Invernali? Le vogliamo anche noi!

Se è pur vero che da Milano alle prime piste da sci di Livigno occorrono tre ore e mezzo di macchina, è anche vero che il bradipismo e il masochismo sabaudi costituiscono ormai un mostro senza testa sfuggito al controllo umano: impossibile abbatterli. Come la burocrazia. Intanto, tra la bravura meneghina e l’inerzia subalpina, non è da escludere che i prossimi Mondiali di Vela si tengano ad Aosta.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento