Bagarre pretestuosa sulla Tav

Assistiamo in questi giorni a delle bagarre pretestuose in cui vengono messi in discussione percorsi amministrativi già avviati da molto tempo. Come non sottolineare che uno di questi percorsi riguarda la Tav, la linea ad alta velocità che collegherebbe la regione Piemonte con la Francia. Linea che nella discussione politica non deve mai essere usata per una mera contrapposizione, in quanto detta linea avrebbe per molti più benefici che svantaggi. Proprio per evitare fraintendimenti ed equivoci all’interno del contratto di Governo, sottoscritto dalle due forze politiche che lo compongono, vi è la sottoscrizione di aspettare un’analisi costi benefici del progetto in questione. Sottoscrizione dovuta nel rispetto di quel 32 per cento di elettori che hanno dato fiducia al movimento Cinque stelle ed i quali avevano espresso perplessità in merito, ciò non deve far pensare che il progetto stesso possa essere messo in discussione.

Rimane sotto gli occhi di tutti che tra le due componenti di Governo vi sono delle diversità ed il contratto è stato sottoscritto proprio per evitare che vi fossero fraintendimenti vari. Si parla altresì che pure i francesi stiano valutando un rinvio del progetto senza per questo cassarne la prosecuzione. Eravamo, siamo e saremo sempre persone rispettose degli impegni presi questa è la nostra forza riposta nella nostra trasparenza, le affermazioni del Presidente dei Deputati leghisti On. Riccardo Molinari sono le affermazioni univoche di tutto il movimento in cui ci riconosciamo senza se e senza ma.

*Gian Carlo Locarni, responsabile nazionale dipartimento ambiente Lega Salvini Premier Piemonte

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento