DIRITTI & ROVESCI

Case popolari, sbarramento agli stranieri

Almeno 20 anni di cittadinanza per poter ottenere alloggi di edilizia sociale. È la proposta choc del leghista Tiramani: ”Gli attuali criteri penalizzano gli italiani, privilegiando gli extracomunitari”. Progetto di legge in Consiglio regionale del Piemonte

Innalzare per gli stranieri extracomunitari il limite per poter accedere all’assegnazione di una casa popolare ad almeno vent’anni di cittadinanza in Italia, o comunitaria, e quello della residenza o della prestazione lavorativa nel Comune che emette il bando di concorso per l’assegnazione da tre a 10 anni. Sono i punti fondamentali di un progetto di legge presentato dal Consigliere regionale della Lega Nord Paolo Tiramani, il cui fine è quello di “riequilibrare una situazione che, in ambito dell’edilizia sociale, ha creato negli ultimi anni una barriera d’accesso per i cittadini italiani nei confronti di stranieri ed in particolar modo extracomunitari, che si trovano avvantaggiati per alcuni parametri presi in considerazione dall’attuale assetto normativo”.

 

Tiramani si dice “convinto che, come accade già anche in altri paesi europei, sempre di più nelle nostre città siano i nostri concittadini ad avere bisogno di tutela, di leggi che valutino molto bene quali siano i loro diritti e li facciano rispettare, perché anni di politiche troppo lassiste e improntate ad un buonismo di facciata e aperte a una immigrazione incontrollata hanno portato a capovolgimenti del buon senso dove si svantaggia sempre chi da tutta la vita risiede, lavora e paga le tasse sul nostro territorio, mentre chi è l’ultimo arrivato passa davanti a tutti”. Il consigliere chiede di “non fare le solite polemiche sul razzismo, sulla xenofobia e altre amenità che non c’entrano nulla. I nostri nonni e i nostri padri - prosegue - hanno lavorato una vita e anche grazie ai soldi delle tasse che loro hanno pagato sono state realizzate le case popolari che oggi esistono. Poi accade che un immigrato extracomunitario, qua da noi da uno o due anni, con l’emergenza abitativa passa davanti a tutti e se ne aggiudica una. Mi domando se questo sia giusto”. “La realtà dei fatti - conclude l’esponente valsesiano del Carroccio - è che sempre più le case popolari sono appannaggio di stranieri che in uno Stato normale non avrebbero tali opportunità, mentre nostri connazionali realmente in difficoltà devono stare fuori”.

print_icon

13 Commenti

  1. avatar-4
    13:39 Domenica 22 Settembre 2013 weekend17 mario da como

    sono salernitato, giusto che sia cosi,ho pagato tasse x 30 anni e adesso mio nipote di 19 anni con la mamma che è in comunità paga 400 euro al mese ad un pakistano a cui la nostra cara italia ha dato una casa.ah dimenticavo ha anche una macchina da 50000 euro mentre mio nipote nn puo fare neanche la patente,quindi quando un leghista parla nn siate prevenuti ma riflettete,grz

  2. avatar-4
    14:11 Domenica 11 Agosto 2013 @autocostruttore ALER, ALISEI ONG e Regione Lombardia

    Questo il video del cantiere di Besana Brianza, dove a discapito delle condizioni igienico sanitarie e di totale insicurezza pare che abitino alcune famiglie: http://bit.ly/13LmLvyIl cantiere fa parte di un progetto avviato nel 2004 dalla Regione Lombardia è tra i più consistenti mai avviati in Europa che prevedeva la realizzazione di circa 125 abitazioni: http://bit.ly/12psFmPTale progetto venne proposto anche in altre regioni d'Italia.Dal 2009 ad oggi il cantiere in autocostruzione avviato dal Comune di Ravenna è rimasto interrotto a causa del fallimento della società Alisei SRL beneficiaria dell’appalto: http://bit.ly/10oH94f

  3. avatar-4
    17:35 Sabato 10 Agosto 2013 silvioviale CURIOSO

    Curioso che nel curriculum del genio non vi sia mai alcun accenno ad alcun lavoro. Certo, tra la gente comune vi sono molti razzisti, o falliti che danno la colpa agli stranieri (una volta agli immigrati meridionali, "prima i piemontesi!" dicevano), ma la maggior parte della gente comune non è così. Che temi che gli stranieri boicottino la sua filiale?

  4. avatar-4
    12:46 Sabato 10 Agosto 2013 Bandito Libero Radicali come "silvioviale"?

    ma perchè perdere tempo a parlarci insieme?? La gente potrebbe non capire la differenza.

  5. avatar-4
    15:22 Venerdì 09 Agosto 2013 stefanopolastri si

    tutti lo pensano e pochissimo hanno il coraggio di dirlo, avanti con chi ha il coraggio di esprimere le idee e farsi veramente potavoce della "gente" comune

  6. avatar-4
    12:05 Venerdì 09 Agosto 2013 silvioviale UN GENIO

    A trent'anni direttore di banca. Un genio ... sprecato.

  7. avatar-4
    23:04 Giovedì 08 Agosto 2013 giovane padano89 direttore di banca

    tiramani e' direttore della filiale di gozzano della banca di Legnano.calmo con gli insulti

  8. avatar-4
    21:27 Giovedì 08 Agosto 2013 silvioviale RIPETO, PALESEMENTE RAZZISTA.

    Lo riletto e lo ripeto "palesemente razzista" e, aggiungo, pure disinformato. Soprattutto quando fa allusioni "a cosa accade negli altri paesi europei". Venti anni di cittadinanza italiana o comunitaria sono semplicemente una idiozia psichiatrica. Abbia il coraggio, il nostro giovane Tiramani (ma ha mai lavorato in vita sua?) di dire che gli stranieri li rende a calci in culo come i leghisti con i "tarún". Altrimenti si cerchi un buon analista. Ringrazio, comunque, per il riferimento alla RU486 (pillola straniera anche questa), che forse proprio a qelli come Tiramani è andata di traverso, perché come avevo ragione allora, ho ragione oggi. PS: Non capisco perché il giovane Tiramani sia andato in viaggio di nozze nella "extracomunitaria" Antigua e non nella padana Caorle, vicina a Venezia ... fsarà stato, forse, per curarsi la fobia verso gli extracomunitari o, magari, per cercarsi una casa popolare che ad Antigua non gli hanno dato?

  9. avatar-4
    21:17 Giovedì 08 Agosto 2013 gattonero la lega...

    sta degenerando. Ha perso completamente la testa, credo sia alla fine, almeno in Piemonte. Nessuno ne sentirà la mancanza.

  10. avatar-4
    14:54 Giovedì 08 Agosto 2013 ru486bis ru486

    Viale ti è andata la ru486 di traverso e hai abortito questo commento? dai! leggi cosa c'è scritto nel comunicato:Il consigliere chiede di “non fare le solite polemiche sul razzismo, sulla xenofobia e altre amenità che non c’entrano nulla. I nostri nonni e i nostri padri - prosegue - hanno lavorato una vita e anche grazie ai soldi delle tasse che loro hanno pagato sono state realizzate le case popolari che oggi esistono. Poi accade che un immigrato extracomunitario, qua da noi da uno o due anni, con l’emergenza abitativa passa davanti a tutti e se ne aggiudica una. Mi domando se questo sia giusto”.

  11. avatar-4
    13:53 Giovedì 08 Agosto 2013 silvioviale PALESEMENTE RAZZISTA

    Lega sempre più disperata e razzista, coni soliti "coglioni" di contorno.

  12. avatar-4
    12:40 Giovedì 08 Agosto 2013 Ex aennino toh

    I nostri Fratellini d'Italia non ci potevano pensa loro? io ho sempre votato An fino al fattaccio di perdere il simbolo e confluire nel pdl. ho anche votato lega prima della questione Bossi. potrei anche tornare a votarla visto che mi sembrano i piu' concreti e frizzanti al netto di alcuni soggetti.

  13. avatar-4
    09:55 Giovedì 08 Agosto 2013 Pastorello13 era ora

    cosa stiamo aspettando??? basta farci prendere in giro,non ho mai votato lega in vita mia e dubito lo farò ma queste sono battaglie che anche il mio partito, Il pd dovrebbe fare proprie!

Inserisci un commento