URNE VIRTUALI

Piemonte in bilico, 5 stelle primi

Nel periodico sondaggio di ScenariPolitici centrodestra e centrosinistra si attestano in sostanziale parità, con uno scarto minimo (1,8% di vantaggio per i berluscones). Grillini stabili sul podio con il 26,5%. Ma manca ancora l'effetto Cassazione

Testa a testa tra le due principali coalizioni e posizione stabile di primo partito in regione del Movimento 5 stelle. Il Piemonte si conferma regione in bilico, in cui i margini tra centrosinistra e centrodestra sono ridotti all’osso - 1,8% a vantaggio dello schieramento berlusconiano -, un dato che a fronte delle correzioni statistiche fotografa una sostanziale parità. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio effettuato da Scenari Politici, realizzato per via telematica (metodo Cawi) tra il 15 e il 19 luglio e diffusi solo oggi dopo la pausa estiva.

 

Rispetto alla rilevazione di giugno scorso, il centrodestra perde nel complesso poco più di un punto percentuale, mentre l’aggregazione avversaria resta immutata al 30%. E anche rispetto all’esito delle urne reali, quelle delle Politiche del 2013, la situazione conferma l’instabilità, con un centrodestra che però ribalterebbe il risultato a proprio vantaggio, con quel margine risicatissimo. Dal periodo delle interviste, va sottolineato, il quadro politico ha subito scossoni profondi, a partire dalla condanna definitiva del leader del Pdl Silvio Berlusconi, pertanto i dati vanno presi con molta cautela. “La regione comunque si confermerebbe un tassello importante dello scacchiere nazionale, se l’esito di un’elezione nazionale è incerto, il Piemonte è sempre una delle regioni in bilico”, scrivono i ricercatori nel report finale.

 

 

Partiti e Coalizioni

22 luglio %

+/- su Giugno

Politiche 2013 %

Pdl

22,5

-1,9

19,7

Fratelli d’Italia

4,0

+1,0

2,6

Lega Nord

4,5

-0,3

4,8

Altri cdx

0,8

-

1,0

CENTRODESTRA

31,8

-1,2

28,1

Scelta Civica

6,3

+1,0

10,5

Udc

1,0

-0,2

1,2

CENTRO

7,3

+0,8

11,7

Pd

24,5

-0,5

25,1

Altri csx

0,5

+0,3

0,3

Sel

5,0

+0,2

2,9

CENTROSINISTRA

30.0

-

28,3

Movimento 5 stelle

26,5

+1,0

27,5

Italia dei valori

0,5

-0,3

-

Rifondazione comunista

1,0

-0,2

-

Altri

2,9

-0,1

4,4

 

print_icon

5 Commenti

  1. avatar-4
    09:20 Giovedì 10 Ottobre 2013 gastone 5 STELLE

    5 Stelle senza esitazione, anche se non condivido alcune scelte, sono i più (apparentemente) onesti, sia nei fatti che nelle parole.

  2. avatar-4
    15:44 Venerdì 20 Settembre 2013 rubatà ho fondato il pd

    adesso spero di poterlo affondare.meglio 5s, lavora per la società, non per gli amici.

  3. avatar-4
    18:10 Venerdì 23 Agosto 2013 patty dipende dalla legge elettorale; se si vota sulle persone csx in vantaggio sempre

    quando bisogna presentare persone vere e programmi reali, il centrosinistra è sempre in vantaggio. Basta vedere le ultime amministrative, Grillo ha preso scoppole quasi dappertutto, Berlusconi idem (salvo in Lombardia), mentre i vari candidati del csx sono andati molto bene. Se si vota sui leader, invece il csx può vincere solo con Renzi.

  4. avatar-4
    14:18 Venerdì 23 Agosto 2013 nelbeneenelmale Ce la faranno i 5 Stelle?

    Le prossime elezioni regionali, possono vincerle? Stando a questi numeri ballano solo 5 punti... E le comunali? Il ballottaggio è praticamente certo. Io la butto lì, ci andranno centrodestra e 5 Stelle.

  5. avatar-4
    12:08 Venerdì 23 Agosto 2013 cesiracesira74 lavorano bene

    avevo votato PD ma ora voterò M5S chi lavora bene deve essere premiato

Inserisci un commento