ULTIMO GRADO

Diffamò l’ex sindaco di Asti. Grillo paga

Il leader del Movimento 5 stelle condannato dalla Cassazione a risarcire con 25mila euro (più spese processuali) Galvagno. Lo definì "ladro" e "avvelenatore della città" durante uno spettacolo del 2003 al Teatro Alfieri. Confermati i precedenti gradi di giudizio

Condannato. Beppe Grillo dovrà risarcire con 25mila euro più le spese legali l’ex sindaco di Asti Giorgio Galvagno. A decretarlo è la Sesta sezione della Cassazione che ha confermato la condanna per diffamazione nei confronti dell’ex comico. Un vero colpo al cuore per chi, pur brandendo la bandiera della legalità, era già stato condannato in passato e che, da genovese verace, patirà oltremodo l’attacco al cuore del proprio portafogli. I fatti si riferiscono a uno spettacolo che l’attuale leader del Movimento 5 stelle tenne nel 2003 al Teatro Alfieri, in cui aveva puntato il dito contro l’allora parlamentare di Forza Italia Galvagno, definendolo “tangentista”, “ladro” e “avvelenatore della città”, in riferimento alla discarica di Valle Manina. A quel  punto era scattata la denuncia.

 

Luigi Florio, il legale che ha seguito la difesa per Galvagno in seguito alla sentenza ha affermato che «le motivazioni saranno rese note nei prossimi giorni, ma appare fin d’ora chiaro che la Suprema Corte non ha accolto la tesi difensiva che invocava per Grillo la discriminante del diritto di satira». Nei primi due gradi di giudizio - ha aggiunto - le sentenze precisavano che «le espressioni offensive possono costituire satira purché non siano, come è avvenuto in questo caso, oltre che non veritiere anche espressione di un comportamento meramente aggressivo».  In passato Galvagno aveva annunciato che, in caso di vittoria, avrebbe devoluto in beneficienza il risarcimento. E' ancora di quell'idea? «La metà di quella somma è già stata versata dopo l'appello ad associazioni di volontariato ed enti pubblici - dice Galvagno allo Spiffero -. Il resto lo utilizzerò per iniziative di pubblico interesse che riterrò meritorie di un aiuto».

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento