SALVATAGGI

Asa, allarme sulle garanzie “ballerine”

La compagnia assicurativa romena che aveva garantito l'acquisizione del ramo rifiuti da parte di Teknoservice è stata "bandita" dall'Italia. Tiramani (Lega Nord): "Operazione a rischio?", ma il commissario Ambrosini tranquillizza: "Informato il ministero"

Non c’è pace per i lavoratori dell’ex Asa. Chi pensava che con l’acquisizione di Teknoservice il peggio fosse alle spalle, forse dovrà ricredersi. La sorpresa, tutt’altro che gradita, è arrivata il 20 dicembre dall’Ivass – l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni – che ha vietato di operare sul territorio italiano alla società assicurativa che avevano offerto le proprie garanzie nell’operazione con la quale Teknoservice aveva acquisito l’Asa. Si tratta della compagnia romena Onix Asigurari S.A., bandita dal Paese per tutelare gli interessi degli assicurati italiani e degli altri aventi diritto a prestazioni assicurative in Italia.  

 

Il caso è stato sollevato dal consigliere regionale leghista Paolo Tiramani, che attraverso una interrogazione chiede di far luce sui rischi che questi ultimi pronunciamenti avrebbero “sull’intera operazione di salvataggio del consorzio”, e di riflesso sui circa duecento lavoratori impiegati. «Di certo - conclude Tiramani - se dovesse essere confermato che le fideiussioni sono state stipulate con società che non possono operare sul territorio italiano, si tratterebbe di un fatto che imporrebbe serie riflessioni sui controlli da eseguire su questo tipo di operazioni».

 

Già a fine anno, quando è arrivata la notizia si è attivato il commissario Stefano Ambrosini che martedì scorso si è recato al Ministero dello Sviluppo Economico per illustrare la situazione. Per ora, secondo quanto lo stesso Ambrosini spiega allo Spiffero non ci sarebbe motivo di allarmarsi: «Nulla inficia la procedura che si è svolta regolarmente, anche perché fino alla revoca quella compagnia è autorizzata a operare. A questo punto, l’unica soluzione è sostituire quelle garanzie e quella polizza con altre».

print_icon