DECADENCE

Cota, l’eletto, attacca Renzi: “solo fumo”

Per il governatore decaduto è un'ingiustizia che il leader Pd vada al governo senza elezioni e lui invece, investito dalla volontà popolare, sia costretto a mollare. "Continuerò a fare politica, credo nella Lega". Ma è la Lega a non credere più in lui

 

“È un’ingiustizia però”. Nelle piume di un Calimero verde Roberto Cota trova stridente che Matteo Renzi, non eletto, vada al governo e lui, investito della volontà popolare sia costretto ad andare a casa. Il governatore decaduto ha rimarcato quella che ai suoi occhi è una contraddizione “su cui bisognerebbe riflettere”, conversando con i giornalisti a margine della fiaccolata contro l’immigrazione clandestina e “per dare la precedenza agli italiani”, che la Lega Nord ha promosso anche a Torino. «Renzi è molto fumo ma non vedo l’arrosto», ha ribadito dicendosi sconcertato dal fatto che «va al potere senza passare dalle elezioni mentre io che sono stato eletto vengo mandato via».

 

Mastica amaro Cota e mentre assicura che indirà le elezioni regionali «nel più breve tempo possibile, appena ci sarà la sentenza del Consiglio  di Stato», ha annunciato che non intende affatto abbandonare la politica, anche se non si ricandiderà né correrà alle Europee. «Ringrazio tutti quelli che mi sollecitano a scendere in campo ma sono come un atleta a cui hanno sparato a una gambe e poi dopo avertela maciullata un po’ ti chiedono di fare i cento metri. Direi che è un po’ complicato, almeno per me». Rinnova le sacre fonti battesimali del Carroccio, lo stesso che secondo a quanto si apprende da via Bellerio starebbe per farlo saltare dalla guida del partito piemontese. «Credo fortissimamente nella Lega e non ho bisogno di poltrone. Non ragiono con questa impostazione. Io voglio fare politica e non ho bisogno di niente. Sono segretario nazionale della Lega Nord Piemont». Ancora per poco.

print_icon

8 Commenti

  1. avatar-4
    21:05 Domenica 16 Febbraio 2014 Bandito Libero Caro silvioviale 2

    Sarebbe opportuno che si informasse meglio delle cose prima di gettarsi nel vaniloquio: in primis potrei obiettarti che una volta avresti detto che i "falsi sono falsi, chissenefrega se di firma o di luogo di autentica"; ora che questo argomento ti si ritorce contro fai distinzioni. Peccato che la verità è invertita: della lista di Giovine NON CI SONO PROVE che le firme siano false, e men che mai che i candidati fossero inconsapevoli (anche se vi piace crederlo): se fosse vero il contrario, il Giudice penale DOVEVA DICHIARARNE LA FALSITA', e non solo la falsità del luogo. ESATTAMENTE IL CONTRARIO invece per quanto riguarda MARCO DI SILVESTRO (e non Di Silvestri..): là il Giudice invece dichiara la falsità delle firme delle candidature OLTRE che quella delle autentiche di firma! E poi dimentichi che il 19 giugno 2014 inizia il processo alla vostra amica ed alleata preziosa, Luigina Staunovo Polacco: vi costituite "per la legalità" oppure "chissenefrega"?

  2. avatar-4
    17:22 Domenica 16 Febbraio 2014 gattonero ...chi?

    ...vorrei conoscere qualcuno di quelli che lo sollecitano a scendere in campo...Ho curiosità antropologiche.

  3. avatar-4
    23:26 Sabato 15 Febbraio 2014 silvioviale Caro Bandito Libero

    molto bandito e poco libero, dovresti distinguere tra le firme vere di candidati veri, autenticate in modo irregolare da Di Silvestri, e le firme false di candidati falsi di Giovine. Comunque, due bari non fanno pari e patta, e per questo sin dall'inizio ho chiesto che si ripetessero le elezioni, quando un semplice conto porta a proclamare la Bresso al posto di Cota.

  4. avatar-4
    22:56 Sabato 15 Febbraio 2014 silvioviale Caro Bandito Libero

    cos

  5. avatar-4
    21:20 Sabato 15 Febbraio 2014 Bandito Libero caro silvioviale

    perché invece non rifletti tu sulle liste false di Luigina Staunovo Polacco e del sig. Marco Di Silvestro, preziosi alleati tuoi e della signora Bresso? Mi sembra invece che proprio voialtri, moralisti della "legalità" a corrente alternata, nella vana speranza di averla una poltrona, facciate finta di niente!

  6. avatar-4
    21:10 Sabato 15 Febbraio 2014 marceba e

    farsi furbi mai?

  7. avatar-4
    19:57 Sabato 15 Febbraio 2014 ordalia2013 NIENTE PAURA !!!

    Può sempre continuare a raccogliere la cenere del sigaro di Bossi….

  8. avatar-4
    19:20 Sabato 15 Febbraio 2014 silvioviale ARROSTO

    l'arrosto verde di Cota lo aabbiamo visto tutti. Se vuole riflettere su qualcosa, lo faccia sulle liste false di Giovine e su come abbia fatto finta di niente per quattro anni pur di rimanere attaccato alla poltrona.

Inserisci un commento