POLITICA & GIUSTIZIA

Pensionati: lista indebita, voto inquinato

Depositate le motivazioni con le quali il Consiglio di Stato ha annullato le elezioni regionali del 2010. La formazione di Giovine ha avuto una “decisiva influenza sull’esito finale”. L’elettore avrebbe potuto decidere diversamente - LEGGI LA SENTENZA

La lista Pensionati per Cota è stata indebitamente presente alle elezioni regionali del 2010 e una volta accerta la sua irregolarità l’unica cosa da fare era quella di annullare il risultato, giacché la sola presenza di tale formazione ha influito sulle scelte dell’elettore, il quale avrebbe potuto decidere di votare diversamente. È il nucleo delle motivazioni, depositate oggi, della sentenza con la quale il Consiglio di Stato ha annullato lo scorso 11 febbraio le elezioni in Piemonte. Se una lista rivelatasi irregolare comporta una “decisiva incidenza sull’esito finale” di una competizione elettorale, è corretto "l'integrale annullamento del verbale di proclamazione degli eletti": questa la motivazione con la quale Palazzo Spada ha confermato la sentenza del Tar del Piemonte sulle regionali 2010, respingendo il ricorso presentato dal governatore Roberto Cota. Nelle 56 pagine del documento, viene accolta “integralmente” la sentenza del Tar. “Non solo il voto di per sé non è valido, ma - sottolineano i giudici motivando il rigetto del ricorso - per di più la stessa indebita presenza della lista sulla scheda ha inevitabilmente influito sulle scelte dell’elettore, che poteva decidere di votare anche una diversa lista”.

 

Contrariamente alle aspettative, nelle motivazioni della sentenza i supremi giudici amministrativi non definiscono come si dovrà procedere per andare al voto perché è un tema che esula dai poteri del giudice amministrativo. La questione comunque pare superata dopo che il presidente della Regione Cota, ha già dichiarato di voler indire le elezioni al più presto per fare in modo che si possano svolgere assieme alle elezioni europee il prossimo 25 maggio.

 

LEGGI LA SENTENZA

print_icon

5 Commenti

  1. avatar-4
    19:49 Martedì 18 Febbraio 2014 Reartu' Bandito libero?

    Sarai pure libero ma rimbambito.Nessuno da' del coglione a chi vota a destra ma chi da' il proprio voto ad uno come gioine si.Eccome

  2. avatar-4
    15:42 Martedì 18 Febbraio 2014 Bandito Libero Complimenti Reartù

    Ti sei appena messo al livello di Berlusconi quando diceva che "chi vota per la sinistra è un coglione!". E gli elettori di sinistra giustamente gli rispondevano che il vero coglione era lui!

  3. avatar-4
    13:40 Martedì 18 Febbraio 2014 Reartu' "si sta portando avanti anche un insulto all'intelligenza delle persone"!

    intendi di quelle persone che hanno votato per un 39enne che di pensionato ha solo la pancia pingue e che non ha mai lavorato in vita sua?Beh qualche dubbio sull' intelligenza di chi l' ha votato io ce l' avrei...

  4. avatar-4
    10:57 Martedì 18 Febbraio 2014 Torotime Follia e ingiustizia

    Ma sul simbolo della lista Pensionati c'era scritto un gigantesco "Cota", come si fa a sostenere che se non ci fosse stata non sarebbe stato possibile stabilire per chi l'elettore avrebbe votato? Qui oltre al colpo di stato si sta portando avanti anche un insulto all'intelligenza delle persone!

  5. avatar-4
    00:02 Martedì 18 Febbraio 2014 messerlancillotto Ingiustizia è fatta

    Come rendere difficile il facile attraverso l'inutile...

Inserisci un commento