DOUBLE-FACE

Lega: “Roma ladrona”. Dipende

Cota strilla alle "solite pratiche del peggior centralismo romanocentrico" del governo Renzi e si scaglia contro il decreto a favore della Capitale, lo stesso nel quale sono inserite norme pro Alessandria di cui si compiace il suo vice Molinari

“Siamo alle solite, Renzi, che ha detto di voler cambiare  ripete le pratiche del peggior centralismo romanocentrico”. Roberto Cota detta, di buon mattino, alle agenzie il suo giudizio sul nuovo “Salva Roma” che, oltre alle norme sulla Capitale, contiene pure provvedimenti sugli enti locali. Ma, ancor prima del governatore ad esternare è un suo fedelissimo: Riccardo Molinari che twitta “Grazie alla battaglia della Lega Nord e di Matteo Salvini, Renzi si è dovuto occupare di Alessandria” con evidente riferimento alle norme a favore del Comune in dissesto, contenute nel decreto.

 

E se già le due versioni – quella di Cota e quella di Molinari – disegnano una dicotomia da far impallidire quella storica della Lega di lotta e di governo, la faccenda s’ingarbuglia ancora di più leggendo altre dichiarazioni in arrivo dal Carroccio piemontese. Quella del capogruppo in consiglio regionale Mario Carossa, per esempio: “La Lega si opponga con ogni mezzo al nuovo Salva Roma. E ciò anche se i sodali del Pd, ad arte, hanno inserito in questa norma scempio il salvataggio di Alessandria”. Tentare di fare ordine nelle differenti “interpretazioni” appare una mission impossibile. Da una parte Molinari, alessandrino, con bacino di voti nel Mandrogno, rivendica alla Lega l’inserimento delle norme pro-Alessandria, mentre Carossa le addebita come contentino artatamente inserito dai “sodali del Pd” (sodali di chi? Ndr) per far passare quello che il governatore definisce provvedimento figlio del centralismo romano centrico di Matteo Renzi.

 

A questo punto, dopo l’annuncio  fatto, pochi giorni fa,  proprio ad Alessandria da Salvini  - “vi prometto senza mezzi termini che se la prossima settimana passa in Parlamento quello scandalo assurdo che si chiama decreto Salva Roma sarò di nuovo qui con voi, per occupare i locali della Prefettura simbolo dello Stato centrale”, vien da chiedersi: i leghisti “double-face” si divideranno? Una parte a occupare la prefettura, un’altra a prendere i ringraziamenti sotto il Municipio? In fondo, i due palazzi danno sulla stessa piazza. (s.r.)

print_icon

2 Commenti

  1. avatar-4
    13:03 Domenica 02 Marzo 2014 Reartu' Molinari

    L'unico capace di decadere da consigliere per ineleggibilità? Fenomeno

  2. avatar-4
    19:31 Sabato 01 Marzo 2014 punilux Molinari fedelissimo di Cota?

    Molinari sta dove sta solo grazie a Salvini… di certo non per Cota…

Inserisci un commento