CONTESTAZIONE

Fumogeni tricolori per Schulz

Al grido di "Fuori i servi di Berlino", i Fratelli d'Italia hanno accolto a Torino il presidente del parlamento europeo. Marrone: "Sono gli Italiani ad essere discriminati dalle istituzioni, soprattutto in un welfare che privilegia gli stranieri"

“Fuori i servi di Berlino”. Questo il benvenuto che i Fratelli d’Italia torinesi hanno riservato al presidente del parlamento europeo, il socialista Martin Schulz, al suo arrivo stamane a Torino, in piazza Castello, mentre il candidato Commissario si accingeva a raggiungere Palazzo Madama per prendere parte al convegno “Il razzismo in Europa e in Italia”. Capitanati dal consigliere comunale Maurizio Marrone, gli esponenti del partito di Meloni-La Russa, una trentina in tutto, ha poi esibito uno striscione con scritto “Casa e lavoro discriminati sono gli italiani!” e acceso fumogeni verdi, rossi e bianchi, nel tradizionale tripudio di bandiere tricolore.

 

“A Cecile Kyenge fortunatamente silurata dal governo, e al leader socialista Schulz vogliamo dire che in Italia, ed in particolare in Piemonte e a Torino, sono gli Italiani ad essere discriminati dalle istituzioni, soprattutto in un welfare che privilegia gli stranieri”, ha dichiarato a LaPresse Marrone, spiegando la contestazione, sostenendo che nell’assegnazione delle case popolari gli “italiani vengono dopo gli stranieri”.

print_icon