Che “svendola” di donna: Pellerino in giunta

Bocciati Curto e Grimaldi. Cerutti vince la partita a scacchi interna a Sel. Ferrentino sposa il suo consigliere e si scorda la Del Vento

COMPAGNI Grimaldi e Pellerino

Sarà Mariagrazia Pellerino l’assessore in quota Sel dell’esecutivo cittadino, che Piero Fassino, dopo l’improvvisata fatta ieri a Giuliano Pisapia, intende presentare già domani. L’ex ministro stringe i tempi, dunque, e incasella un’altra pedina importante all’interno della propria giunta, alla quale verrà affidato tutto il settore educativo.

 

La Pellerino, che è risultata la prima dei non eletti nelle liste di Sel, ha rivestito durante la sua carriera politica il ruolo di assessore alla cultura nel comune di Nichelino e, più recentemente, è stata a capo dell’Edisu - l’ente per il diritto allo studio. Fino a pochi mesi fa militava tra le fila del Partito democratico, fedelissima del consigliere regionale Roberto Placido: poi la scelta di aderire alla formazione vendoliana, a pochi giorni dalla presentazione delle liste, convinta, probabilmente, che lì avrebbe ottenuto più spazio e maggiore visibilità. Così è stato.

 

La promozione sua in giunta è anche la vittoria della consigliera regionale Monica Cerutti, contro il segretario del partito Antonio Ferrentino. E’ stata lei, infatti, a sponsorizzare strenuamente l’ex presidente dell’Edisu, soprattutto dopo aver intuito che Fassino avrebbe imposto anche a Sel un assessore donna per ottemperare alle promesse fatte in campagna elettorale (“Una giunta composta al 50% dal gentil sesso”). Ferrentino, dal canto suo, per lealtà verso Marco Grimaldi, a lui vicinissimo anche nei momenti più difficili della sua gestione, ha sempre portato avanti la sua candidatura assieme a quella di Michele Curto (che sarà capogruppo), entrambi eletti con un’ottima performance in termini di preferenze. Relegando in un angolo l’unico cavallo potenzialmente vincente, l’unica sua vera alternativa alla Pellerino: Nunzia Del Vento.

print_icon