CENTRODESTRA

Forfait di Berlusconi, Pichetto parte

Il Cavaliere "dolorante" al ginocchio annulla la manifestazione torinese di lunedì. "Vorrebbe venire a ogni costo, ma prima pensi a ristabilirsi", dice il coordinatore di Forza Italia che annuncia l'avvio della macchina elettorale. "Ci saranno sorprese"

Silvio Berlusconi getta la spugna. Dopo aver trascorso la notte ricoverato presso l’ospedale San Raffaele di Milano per un'infiammazione al ginocchio sinistro e in attesa degli esami diagnostici, il Cavaliere “dolorante” è costretto ad annullare la manifestazione elettorale programmata a Torino per lunedì sera. A dire il vero, da tignoso combattente avrebbe provato fino all’ultimo a mordere i denti, sperando in un recupero in extremis, come riferisce Gilberto Pichetto, coordinatore piemontese di Forza Italia e candidato alla presidenza della Regione: «Non voleva arrendersi, crediamo tuttavia sia giusto preservare la sua salute rinviando l’appuntamento in Piemonte ad un’altra data. La sua volontà di venire a Torino nonostante tutto ci dà in ogni caso la carica per andare avanti in questa campagna elettorale con l’obbiettivo di accoglierlo a braccia aperte con tutto il centrodestra unito per vincere».

 

Il forfait dell’ex premier e le irrisolte tensioni interne alla coalizione non frenano però Pichetto che, anzi, in queste ore sta mettendo a punto la macchina per la campagna elettorale, cercando di recuperare il ritardo accumulato verso il principale competitor, Sergio Chiamparino, il candidato governatore del centrosinistra da quasi un mese già in pista. E mentre le diplomazie dei vari partiti proseguono nell’estremo tentativo di tenere unito il centrodestra, Pichetto sta dando le ultime limature alle liste provinciali e definendo la composizione della formazione “civica” collegata al presidente. Sarà Claudia Porchietto, ormai vicina alla rottura con Ncd, a guidarla? Possibile, anche se lo stesso Pichetto annuncia sibillino «sorprese».

print_icon