SVOLTA A DESTRA

FdI, i nuovi fratelli si scelgono online

Consultazioni interne nel partito di Meloni. Attivisti chiamati a esprimersi nel weekend sui candidati a regionali e amministrative. E Ghiglia punzecchia gli (ex?) alleati: "Noi ci affidiamo alla base, voi preferite gli accordi di palazzo"

“Tutto pronto per le Piemontarie”. Anche i Fratelli d’Italia ormai convertiti alle consultazioni interne lanciano la sfida tra i propri aspiranti candidati. A dare l’annuncio è il leader regionale Agostino Ghiglia che in una nota spiega come si fa a partecipare: si voterà on-line dalle 8 di sabato fino alle 22 del giorno successivo. Quasi 48 ore per scegliere i candidati da inserire nelle liste per le elezioni regionali e amministrative nei comuni sopra i 15mila abitanti.

 

«Le candidature dovranno pervenire entro le ore 13 di domani: per candidarsi basta andare sulla mia pagina facebook – Agostino Ghiglia Politico -, cliccare sulla tab “Candidati con noi” e inserire i dati richiesti, oppure scrivere una mail al movimento» spiega Ghiglia. Tutto molto social e smart. Ogni candidato può allegare una breve scheda di presentazione. Potranno votare tutti i cittadini, anche stranieri comunitari, sopra i 16 anni, previa compilazione dei campi richiesti. Ciascun elettore può esprimersi una sola volta, senza dover versare oboli.

 

«Al momento sono pervenute 14 candidature su Torino, 6 a Cuneo, 4 a Novara e 3 ad Alessandria» fa sapere Ghiglia. Il vero testa a testa, quando sarà il momento delle urne, si consumerà tutto all’interno della sua stessa famiglia politica, con l’eretico consigliere torinese Maurizio Marrone che sfida il vecchio clan e il candidato designato da Ghiglia, ovvero l’assessore uscente Roberto Ravello. Anche sull’aspirante governatore non è ancora chiaro come si concluderà la querelle che da settimane coinvolge lo schieramento post berlusconiano. Attualmente il numero uno è Guido Crosetto, il quale tuttavia potrebbe decidere di sfilarsi in extremis, anche perché poco allettato da una campagna di mera testimonianza e in quel caso potrebbe conquistare il timone lo stesso Ghiglia. Resta inoltre, una flebile possibilità di convergenza su Forza Italia e Lega Nord, anche se gli spazi sono molto ridotti. Se ne saprà di più lunedì 14, quando al Teatro Espace (ore 18) ci sarà la leader nazionale Giorgia Meloni, per dare il via alla campagna elettorale. Chiude Ghiglia: «La nostra è una scelta coraggiosa, innovativa e, purtroppo, solitaria, all’interno di un centrodestra che, ad oggi, ha preferito la strada dei giochi di palazzo, delle candidature ingessate e dei paracadutati dall’alto».

print_icon