Torino intitola un giardino a Jan Palach

Nel giorno dell'anniversario del martirio di Jan Palach, che si diede fuoco in piazza San Venceslao a Praga il 16 gennaio del 1969 per protestare contro l'invasione dei carri armati sovietici, il Consiglio Comunale di Torino ha intitolato un giardino allo "studente patriota riformista cecoslovacco". Alla cerimonia sono intervenuti anche i consoli onorari di Slovacchia e Repubblica Ceca. Il gesto di Jan Palach diede inizio a quella che è passata alla storia come la Primavera di Praga. Come scrisse giustamente in un suo libro Marcello Veneziani Palach è di fatto l’unico sessantottino ad aver scontato la protesta sulla propria pelle, un eroe dimenticato da tanta sinistra, che ha preferito negli anni celebrare coloro che incendiarono il mondo pensando a loro stessi, mentre il giovane praghese incendiò se stesso pensando al mondo. Questioni di punti di vista, giovani che amarono la libertà in modo diverso: “Lui affrontò i carri, gli altri la carriera”.

print_icon