SINFONIA DEGLI ADDII

Renzi per l’ultimo saluto a Ghisolfi

Il premier prenderà parte al funerale dell'imprenditore, morto suicida martedì scorso. Sabato pomeriggio al Duomo di Tortona sarà presente anche il governatore Chiamparino con lo stato maggiore del Pd piemontese, partito a cui l'ingegnere era iscritto

Ci sarà anche Matteo Renzi a dare l’ultimo saluto a Guido Ghisolfi, l’imprenditore piemontese, uno dei maggiori esponenti dell’industria chimica italiana, vicepresidente e amministratore delegato della Mossi & Ghisolfi, che si è ucciso martedì scorso con un colpo di fucile al volto sull’auto aziendale, in una strada vicino a Carbonara Scrivia. Il premier ha confermato la sua presenza ai funerali che si celebreranno sabato nel duomo di Tortona, alle 14,30. “È stato per me un amico appassionato e intelligente – ha scritto nel suo messaggio di cordoglio -. Porterò nel cuore la sua energia e il suo desiderio di rendere l’Italia un Paese migliore, insieme al rimpianto per non aver capito il dolore che lo ha portato alla morte”, invitando i suoi amici, i collaboratori e chi lo ha conosciuto “a continuare a tenerne vivo il ricordo di cittadino curioso, intelligente, innamorato dell’Italia e delle sue potenzialità”.

 

Iscritto al Partito Democratico – che lo onorerà con una rappresentanza ai massimi livelli guidata dal segretario regionale Davide Gariglio – Ghisolfi era un grande estimatore di Matteo Renzi, di cui aveva contribuito a finanziarne la campagna alle primarie del 2013 con un contributo di 100 mila euro e aveva partecipato a due iniziative promosse dal leader democratico: il Big Bang nell’ottobre 2011 e la Leopolda del 2013. L’ingegnere era considerato alla stregua di un consigliere del premier in materia di impresa ed occupazione. Ghisolfi, inoltre, aveva fatto parte del comitato di sorveglianza di Intesa San Paolo, subentrando ad Elsa Fornero quando era stata nominata ministro.

 

Un amico anche per Sergio Chiamparino che rappresenterà la Regione alle esequie: “Ho perso prima di tutto un amico, l’Italia e il Piemonte perdono un grande imprenditore, un grande innovatore, un uomo di grandissima passione civile”. Anche dell’attuale governatore è stato generoso sostenitore e prezioso consigliere.

 

Il corpo senza vita dell’industriale era stato rinvenuto nella sua auto, vicino a Carbonara Scrivia. Era usciti di casa martedì mattina e non è più rientrato. I familiari lo aspettavano a pranzo e quando hanno visto che non rientrava hanno provato a contattarlo al telefono cellulare. Alle 15 quando si sono accorti che non c’era più un fucile da caccia uno dei 4 figli si è recato dai carabinieri e ha dato l’allarme. Ghisolfi aveva 58 anni: ha lasciato la moglie Ivana Tanzi di 56 anni, e i figlia Andrea di 27, Alessandra di 25, Alberto di 23 e Adelaide di 18. In una nota la direzione del gruppo parla di “forti crisi depressive di cui soffriva da tempo”, comunicando anche il pensiero della famiglia.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento