È Torino la città più inquinata

Triste primato per il capoluogo piemontese che ha sforato, dall’inizio dell’anno per ben 82 volte i limiti di legge sulle concentrazioni di polveri sottili

Dall’inizio dell'anno Torino si aggiudica la maglia nera dello smog: secondo i dati diffusi questa mattina da Legambiente e Aci, il capoluogo piemontese ha superato i limiti di legge per quanto riguarda le concentrazione di Pm10 (polveri sottili) per 82 giorni lasciandosi alle spalle sia Milano che Roma.
Agli 82 sforamenti di Torino si affiancano i 70 del capoluogo lombardo e i 37 della capitale. In tutto il 2010, hanno sottolineato le due associazioni in occasione della presentazione del documento «la mobilità per tutti nella città di domani», erano stati superati i limiti consentiti 62 volte a Torino, 50 a Milano e 28 a Roma.

 

Il peggioramento sembra dovuto al fatto che sempre di più le condizioni metereologiche favoriscano il ristagno delle sostanze nocive, in precedenza allontanate dalle città dal vento e dalla pioggia. Record negativo anche per Napoli, ma per un altro fattore inquinante: la percentuale di auto vecchie. Il 53% delle vetture in circolazione supera i dieci anni di età, secondo i dati di Legambiente e Aci. La percentuali a Palermo e Bari è del 43%, Roma e Torino del 30%, Bologna e Milano del 28%. Firenze è l’unica grande città dove il numero di auto con meno di due anni supera quello delle over dieci.

print_icon