VERSO IL VOTO

Appendino: “M5s pronto a governare”

Nessuna paura di vincere a Torino, anzi. La candidata pentastellata attacca Fassino: "Non ha il contatto con la realtà, ha investito sul centro lasciando indietro le periferie". E al Renzi premier dà 4 e mezzo: "Fa solo propaganda"

Paura di vincere e di governare? “Assolutamente no, anzi non vediamo l'ora di poterlo fare” cosi il candidato sindaco di Torino del Movimento 5 stelle, Chiara Appendino, risponde a Giovanni Minoli a Mix24 su Radio 24Gianroberto Casaleggio, incalza Minoli, ha detto che è fondamentale vincere a Torino, gliel’ha detto? chiede alla Appendino. “Non me l’ha detto, ma so che ci crede, come ci crediamo noi. È fondamentale, perché è una città grande e può dare anche una svolta alla politica nazionale, se vinciamo a Torino, perché - conclude - è un capoluogo importante che può portare avanti delle battaglie per gli enti locali”.

 

Ovviamente negativo, secondo la Appendino, il bilancio di quattro anni targati Piero Fassino. A domanda risponde: “Il suo peggiore difetto è che è, come sindaco naturalmente, completamente distaccato dalla realtà”, “ha investito molto sul centro lasciando indietro le periferie, non è stato in grado di creare un legame empatico. Racconta una città che è una piccola parte, l’altra parte non esiste e questo ha creato una sfiducia enorme con la città, che non si riconosce nelle istituzioni”.

 

Sul futuro di Torino pesa l'ingente zavorra dei conti: “Il bilancio della città si porta dietro un macigno di circa 3 miliardi di debito, che sta calando, però siamo sempre a 3 miliardi, e una spesa corrente di 1,3 miliardi e comunque investimenti che in parte non sono stati fatti rispetto a quelli che erano stati promessi, a partire dalle pedonalizzazioni: dovevano essere una per ogni circoscrizione, ad oggi ha fatto una mezza pedonalizzazione in via Roma e un'altra che forse partirà”.

 

Invitata a dare un voto a Matteo Renzi risponde: “Quattro e mezzo”, “è una persona che, il suo governo in particolare, continua a fare promesse, fa propaganda politica e soprattutto non porta avanti atti che sono nell'interesse dei cittadini”. Una battuta anche su Rosa Capuozzo? “Io ero tra le persone che ritenevano si sarebbe dovuta dimettere. Per una questione di opportunità, non è questione di garantismo, però il messaggio più forte che si può dare quando ci sono infiltrazioni è quello di dimettersi e di rimettersi al voto”.

print_icon

12 Commenti

  1. avatar-4
    15:27 Martedì 23 Febbraio 2016 lancillotto La sanremo nazionalpopolare

    Ovvero il servo sudor dei cantori della sinistra!

  2. avatar-4
    10:08 Martedì 23 Febbraio 2016 clandestino meritocrazia, meritocrazia...

    per curriculum...ma siamo seri su...

  3. avatar-4
    09:37 Martedì 23 Febbraio 2016 Ughetto Lei è il mio candidato sindaco

    Lei è il mio candidato sindaco. Ho avuto modo di conoscere ed apprezzare personalmente le sue capacità, la sua onestà della sua serietà. Finalmente, i cittadini torinesi potranno conoscere la vera "meritocrazia", della quale gli appartenenti al "sistema Torino" si riempiono la bocca salvo poi ignorare bellamente i cittadini "non affiliati", considerati solo quando si tratta di ricevere il consenso (ma evidentemente ritenuti degli idioti quando si tratta di attribuire incarichi e di valutarne le capacità). Le critiche che Ella riceve sono talmente strumentali che non fanno che confermare la paura che il sistema ha di Lei. Ecco perché il mio candidato sindaco è Chiara Appendino.

  4. avatar-4
    21:55 Lunedì 22 Febbraio 2016 moschettiere Lei sarà pronta...

    noi a farci governare da lei no! E non vogliamo diventarlo!

  5. avatar-4
    18:47 Lunedì 22 Febbraio 2016 Palmiro T. Pedonalizzazioni...sì,sì...come no...

    Come è bello prendere il tè seduta sulla scialuppa disquisendo amabilmente sulle “pedonalizzazioni” ascoltando l'orchestrino del Titanic suonare...a morto...tanto io sono io...Chiara no?...

  6. avatar-4
    18:46 Lunedì 22 Febbraio 2016 MassimoDAzeglio La Torino di Fassino-Chiamparino

    Una città in ginocchio, disoccupazione e degrado ovunque, miliardi di debiti. Ha ragione Appendino: i giornali e i suoi amici che scrivono qui raccontano una realtà che non esiste, purtroppo finirà la favola anche per voi.

  7. avatar-4
    17:43 Lunedì 22 Febbraio 2016 gattonero x Fassino...

    senza ombra di dubbio.

  8. avatar-4
    17:25 Lunedì 22 Febbraio 2016 Vilmo Gli altri...

    ...sono sempre cattivi, ladri, in malafede, incapaci e corrotti. Mai che questi fenomeni a 5 Stelle guardino un po' a casa loro: governano 16 - dicesi 16 - tra città e comuni d'Italia e non c'è n'è uno in cui eccellano come, a chiacchiere, dicono di fare. Mah...

  9. avatar-4
    15:32 Lunedì 22 Febbraio 2016 patty Qualcuno le ricordi che si candida a sindaco di Torino, non a leader nazionale.

    Senza dubbio è più facile parlare della politica nazionale o dire alcune banalità su Torino, ma dopo la campagna elettorale bisogna amministrare una città complessa per 5 anni. Al di là di quello che dichiara, Appendino dimostra ancora una volta di non saper che pesci pigliare come aspirante sindaco di Torino.

  10. avatar-4
    15:27 Lunedì 22 Febbraio 2016 clandestino se

    questo e' il nuovo...ridatemi novelli...

  11. avatar-4
    14:48 Lunedì 22 Febbraio 2016 ziopaperonequiquoqua Appendino, i programmi...

    ..che non siano sempre e solo la politica del vaff......, di questo no e quell'altro nemmeno. Governare significa prendere decisioni, anche impopolari, e non credo proprio che ne siate capaci. A Livorno state offrendo uno spettacolo pietoso.

  12. avatar-4
    14:32 Lunedì 22 Febbraio 2016 Perdincibacco Lei non ha paura di governare?

    Noi però siamo terrorizzati all'idea che lei governi. Voterò Fassino solo per evitarlo.

Inserisci un commento