Torino 2006: Olimpiadi del degrado per Fratelli d’Italia

Fiaccola olimpica simbolicamente spenta, e non solo a causa della pioggia, per i militanti torinesi di FdI-An che questa mattina di buon ora di sono trasformati in tedofori   percorrendo le periferie nord e sud del capoluogo piemontese in occasione di quelle che hanno battezzato le “olimpiadi del degrado”, in contrapposizione con i festeggiamenti promossi dalla Città per celebrare il decennale di TORINO 2006. la manifestazione partita dal quartiere di San Salvario si è conclusa davanti all'ex villaggio olimpico Moi, oggi occupato. ''Proprio dal cuore del fallimento della gestione post Olimpiadi lanciamo la nostra sfida a Fassino - spiegano Augusta Montaruli e maurizio Marrone, rispettivamente dirigente nazionale e capogruppo in Comune a Torino di FdI-An - al Moi il centrosinistra promette il miraggio di residenze per i ricercatori e pazienti della inesistente Città della Salute, mentre condanna il villaggio olimpico al raddoppio dell'occupazione e del degrado chiudendo già da aprile le residenze universitarie ancora aperte con il contributo della Regione. Noi Fratelli d'Italia, pronti da mesi con un progetto concreto di sgombero assistito, dimostriamo di avere il polso dei problemi della Città e le idee giuste per risolverli''.

print_icon