VERSO IL VOTO

Novara, il centrodestra non c’è più

Il capataz di Forza Italia Sozzani va con Andretta, ex Ncd candidato sindaco di una lista centrista. Ma mezzo partito lo contesta e si prepara a correre con Canelli, sostenuto da Lega e Fratelli d’Italia. E c’è chi maligna di un “Nazareno” sotto la cupola di San Gaudenzio

Missione compiuta. Se l’obiettivo era spaccare il centrodestra e spianare la strada al sindaco uscente Andrea Ballarè, Diego Sozzani, ras novarese di Forza Italia, lo ha raggiunto. In barba alle indicazioni emerse dal suo stesso partito – a livello piemontese e in alte sfere nazionali – il coordinatore locale degli azzurri ha annunciato il proprio sostegno a Daniele Andretta, candidato a sindaco della lista civica Io Novara, rompendo definitivamente con il leghista Alessandro Canelli, sul quale hanno puntato anche Fratelli d’Italia e l’altra civica, Noi per Novara di Ivan De Grandis (quelli del “no Musa”, confluita nella formazione di Giorgia Meloni). Nasce così un polo di “moderati” che mette insieme una serie di simboli da Rivoluzione Cristiana dell’ex ministro Gianfranco Rotondi, la Dc di Luigi Torriani e Federazione Popolare, ma che allo stesso tempo potrebbe contare anche sul sostegno “discreto” e senza troppi imbarazzanti clamori di CasaPound, che moderata proprio non è.

 

Cala il sipario su un teatrino durato mesi, in cui Sozzani prima ha brigato prima col fratello d’Italia Gaetano Nastri, poi ha assecondato le ambizioni di Andretta, portandolo addirittura al cospetto del segretario piemontese Gilberto Pichetto per l’incoronazione (salvo fare una mezza retromarcia di fronte all’insurrezione dei suoi). Ha resistito al fronte interno Sozzani e pure alle pressioni giunte dai pezzi grossi del partito, a partire dall’europarlamentare Alberto Cirio, il quale aveva chiuso (con l'imprimatur di Giovanni Toti), di fatto, l’accordo per compattare il centrodestra sull’asse Torino-Savona, con uno scambio che sembrava accontentare tutti. Sembrava, perché mentre in Liguria il centrodestra ha trovato una quadra, Sozzani di allearsi con la Lega Nord non ci ha mai neanche pensato. Meglio appoggiare il commercialista Andretta, civico per modo di dire avendo frequentato in pochi anni almeno tre partiti: Pdl, FdI, Ncd.

 

Pare scontato che una simile scelta, giunta a pochi giorni dalla chiusura delle procedure, non possa che essere un assist per il centrosinistra di Ballarè, al punto che molti in città malignano di una sorta di Nazareno in chiave novarese. Chissà, se non è vero di certo è verosimile. In Forza Italia, intanto, si prepara la scissione, guidata da Gerardo Murante, ex assessore e attuale consigliere azzurro a Palazzo Cabrino, Walter Mattiuz, ex assessore provinciale, e Marzia Vicenzi, sindaco di Vicolungo, vicina a Pichetto: a quanto pare sarebbe già pronta la lista degli scissionisti: Forza Novara, ovviamente alleata con Canelli. 

print_icon

6 Commenti

  1. avatar-4
    15:14 Martedì 26 Aprile 2016 truth preciso...

    ...il mio era un discorso generale

  2. avatar-4
    13:34 Martedì 26 Aprile 2016 Bandito Libero Binatti pensava di diventare Consigliere Regionale?!? ma sul serio???

    uah hauhaua...ma non ci posso credere...ma dai!!! ma dite davvero??!?

  3. avatar-4
    13:12 Martedì 26 Aprile 2016 truth e quando a trecate si perderà

    la responsabilità avrà un nome ben preciso, xè certe cose non arrivano con gli UFO da marte

  4. avatar-4
    13:09 Martedì 26 Aprile 2016 truth ha ragione galli su trecate...

    ...e vado anche oltre rispetto alla sua analisi, nel senso che la persona individuata a trecate è espressione di una rinata alleanza con nastri: due persone rimaste sole nel novarese che hanno fatto asse. verissimo è che il candidato è o è stato fino all'altro ieri (lui nega ma il sito di NCD così riporta) nell'assemblea nazionale di NCD, dopo essere passato per il Pdl e FI...diciamo che in diversi, incastrati in NCD allorquando si vedevano già consiglieri regionali, si stanno scoprendo civici.

  5. avatar-4
    10:58 Martedì 26 Aprile 2016 daniele galli Incredibili incoerenze

    la crebilità di FI e quindi di Sozzani, assumerà efficacia quando circa Trecate, qualcuno spiegherà perchè il già investito Cannetta (FI) è stato lasciato solo in favore di altro candidato, espressione di E.Costa e in alleanza con L.N. e FdI, ?

  6. avatar-4
    08:15 Martedì 26 Aprile 2016 truth è evidente che...

    ...qualcuno gioca a perdere. il dramma è che le cause sono un intreccio di politico e di personale. sarebbe interessante capire, ad esempio, se e quanto possa aver pesato, nella spaccatura del centrodx novarese, la figura di gaetano nastri, ormai abbandonato dal suo gruppo "storico"; rumors vorrebbero, infatti, che la gran parte di FI abbia deciso di andare dalla parte opposta alla sua. un tecnicismo: per presentare la lista di FI serve una delega da roma, da chi è titolare del simbolo; se sozzani avrà questa delega, vuol dire che il suo partito è d'accordo con lui

Inserisci un commento