VERSO IL VOTO

Forza Italia, balle e ballottaggio

L'azzardo del coordinatore azzurro Pichetto: "Con Napoli andremo al secondo turno". Nessuna polemica con la Lega, "prima o poi dovremo tornare alleati", mentre riserva una stoccata alle firme dei morti dell'ex berlusconiano Rosso

Mai darsi per vinti, l’ordine di scuderia è dissimulare lo spettro della sconfitta per galvanizzare le (poche) truppe rimaste. Forza Italia ostenta ottimismo e, a sprezzo dei sondaggi che a Torino la vedono in bilico tra la quarta e la quinta posizione, dichiara di prepararsi a dare il filo da torcere a Piero Fassino. Nonostante il centrodestra corra diviso, con due candidati ufficiali, più un terzo – l’ex coordinatore berlusconiano Roberto Rosso, trasmigrato in Ncd e, forse, con i fittiani, oggi alla guida di un rassemblement di liste -  gli azzurri contano nell’effetto sorpresa, magari confidando nel traino romano. “Abbiamo subito l’abbandono da parte della Lega, ma non vogliamo fare polemiche. Intendiamo anzi costruire tutte le condizioni perché si possa fare un’alleanza, anche già al secondo turno. Con Osvaldo Napoli giochiamo per vincere e puntiamo al ballottaggio”.

Il numero uno degli azzurri piemontesi Gilberto Pichetto neppure di fronte all’annunciata Caporetto perde la sua proverbiale flemma e men che meno rinuncia alla sottile ironia che lo contraddistingue. “Abbiamo raccolto le firme con il cancelliere - ha detto - in modo regolare. E non dobbiamo vantarcene, è normale. Il vanto - ha schernito il suo predecessore Rosso, nella cui coalizione vi sono sottoscrittori zombie - deve essere piuttosto di chi è riuscito a far firmare i morti”. È andata bene, insomma, persino per le due liste a supporto dell’ex sindaco di Valgioie – quella del “Sogno” di Luca Olivetti e la formazione “di scopo” contro la chiusura dell’ospedale Oftalmico – che pure qualche preoccupazione avevano suscitato alla vigilia della consegna dei moduli.

“I sondaggi - aggiunge Napoli - ci danno in crescita al 12,8%, segno che la moderazione che rappresentiamo è apprezzata dagli elettori. Gridare non è nel nostro carattere, da noi non sentirete una parola contro nessuno, inclusi i nostri amici che corrono separati. Puntiamo a riunire la coalizione se non durante almeno dopo le elezioni, e se oggi ci insultassimo l’alleanza diventerebbe difficile”.

Età media 45 anni, con 18 donne, 4 studenti, 4 liberi professionisti, ma anche una casalinga, un paio di giornalisti, un barista e perfino una cantante lirica: questa la composizione della lista di Forza Italia, presentata oggi.  Elenco aperto da Roberto Rosso, l’Omonimo con solo al numero due il capogruppo uscente Andrea Tronzano. “Dà una rappresentazione variegata di un partito che vuole essere di massa. E che si pone come alternativa rispetto a chi oggi governa Torino”, ha spiegato Pichetto. “Ho visto - ha aggiunto Napoli - un grande ritorno alla passione. Sono convinto che se tutti noi torniamo al 1994 e a quella voglia di vincere, possiamo ottenere grandi risultati”. Coordinatore e candidato hanno spiegato di non voler “buttare via risorse” per la campagna elettorale, il che significa propaganda a stecchetto. “Puntiamo sul porta a porta - ha spiegato Pichetto - sui classici santini, sulle nuove tecnologie, ma non sui manifesti”. Fra gli appuntamenti che Forza Italia sta organizzando, l’arrivo dei capigruppo di Camera e Senato, Paolo Romani e Renato Brunetta, del governatore ligure Giovanni Toti, e forse anche del leader Silvio Berlusconi. I primi entro una decina di giorni, l’ultimo - se confermato - dopo il 24.

print_icon

5 Commenti

  1. avatar-4
    08:50 Sabato 14 Maggio 2016 sornione puntiamo al ballottaggio

    cioè strategicamente si punta a far vincere fassino?

  2. avatar-4
    14:52 Venerdì 13 Maggio 2016 PassatorCortese In alto i calici

    CIN CIN!

  3. avatar-4
    14:40 Venerdì 13 Maggio 2016 dedocapellano prova

    prova

  4. avatar-4
    14:38 Venerdì 13 Maggio 2016 dedocapellano prova

    prova

  5. avatar-4
    14:36 Venerdì 13 Maggio 2016 dedocapellano ccc

    aaaa

Inserisci un commento