GLORIE NOSTRANE

Appendino dà buca alla Fiom

La sindaca comunica la sua indisponibilità a prendere parte al previsto dibattito sul lavoro. Appuntamento annullato, restano a casa Cuperlo e Airaudo. Lo staff: "Deve prepararsi per gli incontri romani", ma ormai i suoi forfait sono quasi un’abitudine

Chiara Appendino dà forfait. Anche alla festa della Fiom. Ormai è diventata un’abitudine: dopo aver detto no alla kermesse milanese del Pd ed essersi limitata a una telefonata a quella del Fatto quotidiano, la prima cittadina di Torino ha deciso di disertare il dibattito previsto alla rassegna del sindacato dei metalmeccanici. “Nel tardo pomeriggio di ieri ci è stato comunicato che non potrà essere presente questo pomeriggio alla nostra festa. Ne prendiamo atto seppur con rammarico: si tratta purtroppo di un’occasione mancata per un confronto sul futuro del lavoro nella nostra città, con la nuova sindaca”. Così in una nota il segretario provinciale della Fiom, Federico Bellono.

Assenza ufficialmente giustificata da motivi di lavoro: “è impegnata a preparare gli incontri romani di inizio settimana”, fa sapere il suo staff. La Appendino è attesa domani a Roma per discutere del futuro del Salone del Libro con il ministro Dario Franceschini dopo la “guerra” con Milano che ha annunciato nei giorni scorsi le date di una nuova manifestazione dedicata al libro. Martedì invece la prima cittadina incontrerà il ministro Graziano Delrio per discutere dei finanziamenti della metro torinese. Anche se la sensazione è quella di una fuga diplomatica, un po' per evitare domande imbarazzanti sulle vicende interne al M5s, un po' per svicolare da situazioni sulle quali la sindaca appare ancora impreparata.

“Ci è stato proposto in sua vece il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Guido Montanari, che ringraziamo per la disponibilità - spiega Bellono - ma crediamo che sia cosa diversa rispetto all’interlocuzione con chi ricopre la massima carica istituzionale, tanto più su un tema decisivo per Torino come il lavoro. Quindi, augurandoci che ci possano essere a breve altre occasioni, abbiamo preferito annullare il dibattito, d’intesa con gli altri ospiti previsti Gianni Cuperlo, Giorgio Airaudo e Luca Telese, con cui abbiamo già avuto e abbiamo abitualmente occasioni di confronto”. Confermata, invece, alle 21 la presenza della segreteria generale della Cgil Susanna Camusso, che parteciperà al dibattito conclusivo della festa.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento