BUCHMESSE

Salone del libro, ultimo capitolo indagato pure il vicepresidente

Moisio accusato di turbativa d'asta per il bando del 2015, lo stesso episodio per cui sono sotto indagine l'ex assessore comunale alla Cultura Braccialarghe e l’ex presidente Milella

L’autore del saggio sulla storia del Salone del Libro di Torino firma un capitolo che non avrebbe voluto leggere. Il vicepresidente della Fondazione per il libro Roberto Moisio è indagato. L’ipotesi di reato del sostituto procuratore Gianfranco Colace è turbativa d’asta per il bando dell'edizione del 2015, lo stesso episodio per cui sono indagati l’ex assessore comunale alla Cultura Maurizio Braccialarghe e l’ex presidente Giovanna Milella. A portare alla sua iscrizione nel registro degli indagati ci sarebbero alcune dichiarazioni e dei documenti al vaglio degli investigatori.

Secondo le ipotesi della procura e dei carabinieri, l’assegnazione dell’organizzazione dell’edizione del 2015 a Lingotto Fiere era irregolare. In quel periodo Parcolimpico si era fatta avanti per proporre un’alternativa al polo fieristico gestito da Gl Events, ma quell’offerta era stata respinta dalla fondazione dopo - aveva raccontato l’ex presidente Rolando Picchioni in un’intervista - alcune pressioni della politica. All’epoca Moisio era uno dei cinque componenti del consiglio d’amministrazione della fondazione, rappresentante della Città metropolitana (ente socio). Al momento non ci sarebbero altri membri del cda indagati. Ora, dopo aver appreso di essere stato iscritto nel registro degli indagati, l’autore di Un romanzo di carta. Storia del Salone del libro di Torino ha deciso di dimettersi dal suo incarico. Assistito dall’avvocato Alberto Mittone, nei prossimi giorni potrebbe essere interrogato in procura.

Nel corso di un altro filone dell’inchiesta, quello sul bando per l’edizione 2016, lo scorso 23 settembre il direttore generale di Gl Events Italia Regis Faure, il direttore marketing Roberto Fantino e il segretario della fondazione Valentino Macri hanno patteggiato pene per un anno più alcune centinaia di euro di multa per turbativa d’asta.

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    06:29 Martedì 04 Ottobre 2016 tandem Resa dei conti.....

    Era scwampato miracolosamente al Grinzane....

Inserisci un commento