PALAZZO CIVICO

“Ok al centro commerciale” Contrordine per salvare i conti

La giunta Appendino ripesca la variante "Auchan" di corso Romania, tanto contestata dall'opposizione pentastellata in Regione. Il vicesindaco Montanari: "Non la lasceremo decadere. Non so se riusciremo a chiudere il bilancio"

Pecunia non olet. Il Comune di Torino porterà avanti la variante “Auchan” e chiederà alla Sala Rossa un sostanziale via libera sulla realizzazione del parco commerciale previsto nell'area compresa tra corso Romania, corso Giulio Cesare e Strada delle Cascinette. La notizia è stata comunicata oggi durante la riunione dei capigruppo. Un dietrofront rispetto all’annunciata intenzione di lasciar decadere la delibera predisposta dalla giunta di Piero Fassino, che permette di incamerare risorse stimate tra i 6 e gli 8 milioni in oneri di urbanizzazione. “Abbiamo constato che la variante è ormai a un livello avanzato e di conseguenza abbiamo deciso di non lasciarla decadere” dice allo Spiffero il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Guido Montanari.

La variante prevede un intervento su 70mila metri quadrati, con la realizzazione di nuovi edifici, aree pedonali e riqualificazione dell’illuminazione e, infine, nuovi insediamenti commerciali gestiti da grandi gruppi dell’abbigliamento, delle calzature e del bricolage. Un’operazione prevista nell’ottica del cosiddetto rilancio del “Quadrante Nord-Est”. L'anticipazione del progetto di riqualificazione delle aree Michelin di corso Romania, oltre alla riqualificazione della Stazione Stura.

Una scelta dettata, secondo indiscrezioni di Palazzo Civico, dalla necessità di far quadrare i conti della Città sui quali grava una situazione di grande incertezza, come ammesso ieri dallo stesso Montanari, in un confronto pubblico con il suo predecessore, Stefano Lo Russo, in cui ha affermato: “Non so se riusciremo a chiudere questo bilancio”. Tra le delibere “salvate” dalla decadenza anche quella che riguarda il palazzo della Regione Piemonte, per il quale è prevista una variazione di destinazione d’uso e la riconversione in albergo di lusso.    

print_icon

5 Commenti

  1. avatar-4
    11:24 Lunedì 10 Ottobre 2016 Perdincibacco Al quiz di giacomo

    una quarta risposta ci sarebbe: D) i programmi di Fassino erano giusti e Appendino li ha sempre condivisi, ma non poteva dirlo in campagna elettorale. Però ha mantenuto la promessa di trattare ugualmente centro e periferie: peccato che lo stia facendo degradando il centro anziché migliorando la periferia.

  2. avatar-4
    19:57 Sabato 08 Ottobre 2016 giacomo_b ironico quiz a risposta multipla

    ma come è potuto succedere questo nuovo inaspettato cambio rispetto al programma elettorale? A: citando Pagliaccio: incompetenti e presuntuosi. B: pagando o promettendo è stata fatta cambiare idea. C: i fumosi/famosi poteri occulti, già addossati in campagna elettorale al PD, hanno ancora una volta (metropolitana, corso grosseto città della salute...) dettato cosa fare alla giunta ed a Palazzo Civico hanno subito ubbidito. Sono convinto che nessuna delle 3 sia la risposta esatta ma non ne trovo una quarta.......nel frattempo la città è sempre più sporca ed abbandonata a se stessa inizia a non vedersi differenza fra centro e periferie.

  3. avatar-4
    14:37 Sabato 08 Ottobre 2016 Perdincibacco Sto ancora aspettando

    un grillino che mi spieghi la differenza tra il programma Fassino applicato da Appendino e il programma Fassino applicato da Fassino. Non che mi stia lamentando, anzi: ma mi piacerebbe sapere come si sentono quelli che hanno votato per Appendino, per convinzione o solo per mandar via Fassino.

  4. avatar-4
    08:46 Sabato 08 Ottobre 2016 ziopaperonequiquoqua Pagliaccio

    Solo un pagliaccio in una giunta di tristi incompetenti e presuntuosi.

  5. avatar-4
    18:52 Venerdì 07 Ottobre 2016 silvioviale PD

    Come faccio a iscrivermi al PD di Appendino? Sta cominciando a scoprire il mare ...

Inserisci un commento