FIANCO DESTR

Appendino porta la pace a destra

Smaltite (quasi tutte) le scorie delle amministrative torinesi, Lega e Forza Italia si ricompongono in nome dell'opposizione al M5s. Incontro alla Gam sul "nulla" della giunta grillina

Prove di unità nel centrodestra. Domani, alla Gam, i vertici di Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia s’incontrano per fare il punto sui primi cento giorni di Chiara Appendino, ovvero “il nulla al governo della Città” come recita il titolo del convegno.  

Dopo le divisioni che hanno caratterizzato le amministrative, in cui l’ex coalizione berlusconiana si è presentata addirittura con tre candidati a sindaco, l’obiettivo è intraprendere un percorso comune per organizzare l’opposizione in Sala Rossa, ma anche in vista dei futuri impegni elettorali in città importanti come Cuneo, Alessandria e Asti. “Mi auguro ci si possa presentare nuovamente uniti, io non ho mai smesso di lavorare per un centrodestra compatto” dice Riccardo Molinari, segretario del Carroccio piemontese. L’anno scorso a far saltare il banco furono le ormai note questioni novaresi in cui un pezzo di Forza Italia, guidato dal consigliere regionale Guido Sozzani, rifiutò il sostegno al candidato leghista Alessandro Canelli; di lì come in un effetto a catena scoppiò la faida anche a Torino. Come andarono poi le elezioni è noto a tutti.

“Dobbiamo fare tutti autocritica e l’abbiamo fatta, io per primo – è la premessa di Osvaldo Napoli -. Ma ora è il momento di voltar pagina. Con Alberto Morano, mio avversario in campagna elettorale, ci siamo guardati in faccia e ci siamo subito capiti”. Tra i due – il primo candidato a sindaco di Forza Italia, l’altro sostenuto da Lega e FdI – il feeling è scoppiato dopo l’estate e l’alleanza ha subito dato i suoi frutti. L’intercessione di Napoli, per esempio, è stata fondamentale per far ottenere a Morano le deleghe di alcuni sindaci all’ultima assemblea di Smat, il notaio ci ha poi messo del suo per spiegare agli azionisti pubblici i termini dell’operazione tra la società dell’acqua e il Comune di Torino congelando momentaneamente tutto. “Noi abbiamo sotterrato le asce di guerra e ci proponiamo come opposizione seria, capace di opporsi a questo processo di beatificazione di Chiara Appendino”.

Tra coloro che interverranno anche il capogruppo leghista Fabrizio Ricca, lo stesso Morano, il consigliere regionale Maurizio Marrone, di FdI, partito commissariato recentemente da Giorgia Meloni che ha affidato a Gaetano Nastri l’onore di rimettere insieme i pezzi a Torino, il già citato Molinari e il collega azzurro Gilberto Pichetto, e pure Roberto Rosso. Con quest’ultimo, appena disconosciuto da Ncd, restano delle ruggini. Per Napoli “è un pezzo dell’opposizione, ma non intendo più condividere con lui alcun rapporto personale che vada al di là di quello formale della politica”. E quando sente dire a Stefano Parisi che il vecchio gruppo dirigente di Forza Italia deve fare un passo indietro, giustificando l’affermazione con i risultati fallimentari di Torino e Roma che pensa Napoli? “Innanzitutto non ha detto quelle parole. Poi senta: cosa pensa che io potessi fare in un contesto di tutti contro tutti, con una candidatura arrivata a un mese dalle elezioni, senza soldi”. Come senza soldi? “Vuole sapere quanto ha messo Forza Italia per le amministrative di Torino? 195 euro, io di tasca mia altri 15mila e alla fine abbiamo fatto una campagna elettorale con 40mila euro”.  

Una coalizione che dovrà essere aperta alle istanze di forze nuove: professionisti, imprenditori, artigiani. Un mondo oggi rappresentato proprio dal notaio Morano, colui che con i suoi esposti ha fatto esplodere il bubbone dei bilanci in Comune, con un buco – testimoniato dai cosiddetti disallineamenti - che potrebbe raggiungere gli 80 milioni, mandando l’ente in default. “Continueremo a lavorare insieme, con l’obiettivo di far emergere le contraddizioni di chi ci governa e chi c’era prima. Io darò un contributo tecnico, sostenuto dai colleghi sul piano politico”. Così la Sala Rossa diventerà il laboratorio del nuovo centrodestra torinese?

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento