L’opa Repetti-Bondi sul Pdl alessandrino

In vista del congresso provinciale del 26, l’ex ministro berlusconiano caldeggia la candidatura della sua fidanzata. Sarà lei il terzo incomodo tra i “lealisti” di Cavallera e il gruppo Botta-Stradella?

Pdl sull’orlo della spaccatura ad Alessandria. Una vasta area, lealista alla diarchia Ghigo-Ghiglia, che a livello locale fa capo al vicepresidente della Regione Ugo Cavallera e a una manciata di sindaci, sta mettendo in moto la macchina congressuale, in vista dell’appuntamento di domenica 26 febbraio a Spinetta Marengo. I “cavalli” su cui punta questo schieramento sono il sindaco di Cerrina Aldo Visca, come candidato coordinatore provinciale, ed il leader dei giovani pidiellini piemontesi Emanuele Locci, per il ruolo di vice coordinatore vicario.


Sull’altro fronte si muove il consigliere regionale e coordinatore provinciale uscente Marco Botta in alleanza con i referenti di zona di Progett’Azione, l’onorevole Franco Stradella e il capogruppo a Palazzo Rosso Fabrizio Priano, per sostenere il ticket composto dal consigliere provinciale e comunale ex-An Antonio Maconi  (coordinatore) e l’assessore tortonese ex-Udc Daniele Calore (vice).


a prima vista sembrerebbero in ribasso le quotazioni di Manuela Repetti, parlamentare di Novi Ligure, legata sentimentalmente a Sandro Bondi che presiederà l’assemblea mandrogna. L’ex ministro non fa mistero di sostenere la sua candidatura come “soluzione pacificatrice”. E c’è chi è pronto a scommettere che con l’approssimarsi delle elezioni comunali del capoluogo, potrebbe proprio la terza incomoda a godere. Chissà.

print_icon