Confindustria, via Fanti tifa Bombassei

L’Unione Industriale di Torino si schiera per il patron della Brembo nella corsa alla presidenza di viale dell’Astronomia. Una mossa che favorisce il rientro della Fiat nell'associazione datoriale

L’Unione Industriale di Torino si schiera per Alberto Bombassei nella corsa per l’elezione del nuovo presidente di Confindustria. Il presidente degli industriali subalpini, Gianfranco Carbonato, giunto al termine del proprio mandato, è stato sentito stamane dai saggi di viale dell’Astronomia ai quali ha riportato l’orientamento del Consiglio direttivo di via Fanti che, all’unanimità, si era espresso nei giorni scorsi a favore dell’attuale braccio destro di Emma Marcegaglia.

 

Una scelta, quella del patron della Brembo, azienda produttrice di impianti frenanti per veicoli, specializzata nel settore moto ed auto, e che ha tra i principali clienti la Fiat, che molti leggono come una mossa per cercare di portare “a casa” il Lingotto, dopo la sua clamorosa uscita dall’associazione datoriale. Bombassei ha sempre manifestato una sostanziale consonanza sui temi, dall’esigenza di un contratto ah hoc per il settore dell’auto alla revisione degli strumenti di rappresentanza, posti con forza dall’amministratore delegato della casa torinese Sergio Marchionne.

print_icon