Morta Mafai, giornalista e compagna di Pajetta

E' morta oggi a Roma, dopo una lunga malattia, la giornalista e scrittrice Miriam Mafai. Aveva 85 anni. E per oltre trent’anni è stata compagna di vita (e di partito) di Giancarlo Pajetta.

 

Nata a Firenze il 2 febbraio 1926, ha partecipato alla Resistenza antifascista nelle file del Pci. Dopo la Liberazione ha continuato la sua attività politica e dal 1951 al 1956 è stata assessore al Comune di Pescara. Nel 1957 è stata a Parigi come corrispondente del settimanale Vie Nuove, nel 1960 all'Unità come redattore parlamentare. Direttore di Noi Donne dal 1965 al 1970, è passata poi come inviato speciale a Paese Sera. Dal 1983 al 1986 è stata presidente della Federazione nazionale della stampa. Nel 1975 è diventata inviato speciale de la Repubblica. E' stata anche deputato nelle file del Pds.

 

Tra le sue opere più celebri di scrittrice, “Pane nero. Donne e vita quotidiana nella seconda guerra mondiale” (Mondadori), “Botteghe oscure, addio. Com'eravamo comunisti” (Mondadori), “Dimenticare Berlinguer. La sinistra italiana e la tradizione comunista” (Donzelli).

print_icon