CAMPANILE SERA

Vercelli perde pure il vicesindaco

Prosegue il travaglio dell’amministrazione cittadina. Dopo 11 assessori che in quattro anni hanno lasciato la giunta se ne va pure Montano, numero due della Forte. Giallo sulle dimissioni presentate il 23 aprile e comunicate solo oggi

A distanza di neanche una settimana dalla “sofferta” approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio 2018, e la non meno travagliata surroga dei consiglieri dimissionari, la giunta comunale di Vercelli, guidata dal sindaco del Pd Maura Forte, è di nuovo in crisi. L’assessore alle Politiche Sociali e vicesindaco, Paola Montano, ha rassegnato le dimissioni, per motivi personali. È il dodicesimo assessore che perde l’esecutivo in quattro anni di amministrazione, dopo tre assessori all’Ambiente (la cui poltrona è vuota da mesi), quattro assessori al Bilancio e due alle Politiche Sociali. “È con rammarico che prendo atto delle dimissioni di Paola Montano - afferma la Forte - a cui va tutta la mia gratitudine per l’intenso e puntuale lavoro svolto in questi anni”.

Un addio che però si tinge di giallo, almeno per quanto concerne le tempistiche. Infatti, secondo quanto riferisce “Vercelli Amici”, lista civica di minoranza, risalerebbero a una decina di giorni fa, esattamente al 23 aprile, le dimissioni della Montano. Nello stigmatizzare l’ennesimo episodio gestito “come se il Comune fosse

Non c'è pace per l'amministrazione comunale. Portate a casa (non senza fatica) le surroghe e l'elezione del nuovo presidente del Consiglio comunale, la giunta perde il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali, Paola Montano. Montano si è dimessa una decina di giorni fa, il 23 aprile, secondo quanto precisa Vercelli Amica che, in un comunicato, stigmatizza quest'episodio gestito, secondo le parole del gruppo "come se il Comune fosse un circolo privato, tipo il club del burraco”.

Credit: foto di TgVercelli

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento