Monge

Tav: Sganga (M5s), sempre più urgente analisi costi benefici

"Una piazza di tale portata non puo' essere ignorata o derisa, deve essere ascoltata e l'analisi costi benefici, che a questo punto il Governo deve produrre in tempi molto celeri, darà le necessarie risposte a tutti coloro che manifestano a favore o contro l'opera". A dirlo, commentando la mobilitazione per la Tav, è la capogruppo M5s al Consiglio comunale di Torino, Valentina Sganga. "Di fronte a una contrapposizione cosi' dura, che deve essere ricomposta, solo una chiara verifica scientifica - sostiene - potrà portare alla ricucitura del tessuto sociale". "Il M5s non vuole sfilacciare, o ancor peggio strappare, il tessuto sociale torinese, per questo fin dai prossimi giorni - assicura - amplieremo i nostri sforzi affinché un dialogo costruttivo, fondato sulle legittime aspirazioni di tutti i cittadini, abbia luogo". Sganga osserva poi che "Torino oggi ha dato una grande prova di democrazia, ma non è la prima volta" aggiunge ricordando le manifestazioni No Tav del maggio 2014 e del giugno del 2012. "La Torino-Lione - evidenzia - coinvolge imponenti masse a favore e a sfavore e il nostro obiettivo ora è coadiuvare il Governo nella ricerca di una soluzione alla contrapposizione tra la piazza di ieri, quelle notav, che sono state altrettanto numerose e degne, e quella di oggi. L'8 dicembre - conclude - Torino ospiterà una manifestazione organizzata da chi si oppone all'alta velocità e con ogni probabilita' avremo numeri simili, richieste e aspirazioni che, al pari di quelle di oggi, meritano attenzione e ascolto". 

print_icon