Alle solite

Le grandi manovre per cercare di riconquistare Torino sono appena agli inizi e già nel Pd ci si guarda in cagnesco. Al punto che un normalissimo confronto tra militanti e il capogruppo in Sala Rossa Stefano Lo Russo, intitolato “Dal voto in Regione un progetto per Torino”, si è trasformato in un “caso” politico, coinvolgendo le più alte sfere del partito. E così questa sera al Circolo di via Mazzini ad affiancare il segretario Tore Pizzitola ci sarà tutto lo stato maggiore dem: il numero uno della federazione provinciale Mimmo Carretta a marcare stretto il compagno di scranno e aspirante sindaco, quello piemontese Paolo Furia a contenere il collega torinese e il presidente della Federazione subalpina Domenico Cerabona chiamato a difendere l’ortodossia zingarettiana.

print_icon