La grande abbuffata di Palazzo Civico

Il centrosinistra vara un corposo pacchetto di nomine. Gentile a Soris, Fucini alle Farmacie. Sel prende l'Agenzia per i servizi pubblici. Restano al palo i consiglieri Altamura e Centillo (per ora)

Alla fine si sono spartiti la torta da bravi compagni. Al termine di una riunione fiume, il Pd vara un corposo pacchetto di nomine all’interno di alcune delle principali società partecipate del Comune di Torino. L’ex vicecapogruppo Lorenzo Gentile ottiene la presidenza di Soris grazie al sostegno del numero uno democratico in Sala Rossa Stefano Lo Russo, che piazza anche il tecnico Piero Boccardo, docente del Politecnico, al vertice di 5T azienda della galassia Gtt attiva nel campo dell’infomobilità (monitoraggio del traffico, centralizzazione semaforica, accesso Ztl, ecc.). Sempre in 5T, il vice presidente del Consiglio regionale Roberto Placido riesce a far passare il nome di Patrizia Chirico, segretaria del circolo Pd di Barriera di Milano.

 

La “bindiana” Susanna Fucini, campionessa del sottogoverno cittadino (fortemente sostenuta dal vice capogruppo Michele Paolino) si alza dal consiglio di amministrazione dell’Agenzia per i servizi pubblici e corre a poggiare le sue nobili terga sulla seggiola di numero uno delle Farmacie comunali stoppando definitivamente le ambizioni di Lucia Centillo. Come annunciato, infatti sia lei che l’altro consigliere comunale – già assessore al Commercio e presidente del Consiglio comunale nelle passate amministrazioni – Alessandro Altamura per ora dovranno rassegnarsi a restare nell’assemblea cittadina. E a proposito di Agenzia per i servizi pubblici, una Sel di lotta e di poltrona riesce a strappare un incarico tutto per sé, riservando al docente di diritto pubblico Dario Casalini – attualmente nel cda di Gtt - la presidenza. Per la maggioranza sarà affiancato dalla consigliera uscente Michela Favaro (Pd in quota Popolari di Stefano Lepri) e dal moderato ex Forza Italia Giorgio Cifarelli. Gli stessi Moderati ottengono anche uno strapuntino per l’assessore di Rivoli Paolo Chiavarino che approda nel board di Tne. L’ex vice presidente della Circoscrizione I Sara Levi Sacerdoti (mozione Marino, gradita al consigliere Roberto Tricarico) entra nel consiglio di amministrazione della Fondazione XX marzo. Infine Area democratica, che, in attesa di trovare una gratificazione per il proprio traballante leader regionale, piazza al vertice di Afc, la società che gestisce i cimiteri, Gilberto Giuffrida, ex sindaco di Beinasco e tesoriere del sindaco Fassino.

print_icon