Industria: Centro Studi Promotor, sempre peggio produzione

"C'è il concreto pericolo che dalla stagnazione si passi ad un andamento più decisamente negativo. Se così fosse sarebbe veramente grave perché il dato del luglio scorso è inferiore al massimo ante-crisi del 2008 del 20,5%". Lo afferma il Centro Studi Promotor. "Al di là delle considerazioni - osserva il presidente Gian Primo Quagliano - che si possono fare sul fatto che è stato necessario che andasse in difficoltà l'economia tedesca per porre mano alla riforma del patto di stabilità, l'occasione che si offre al nuovo Governo italiano di far adottare regole che consentano finalmente anche al nostro Paese di superare i livelli ante-crisi in termini di Pil pro capite va assolutamente colta anche perché l'economia italiana e' l'unica economia avanzata nel mondo che non ha ancora superato la crisi iniziata nel 2008".

print_icon