Torino: Lo Russo (Pd), Appendino si intesta meriti non suoi 

"L'onestà intellettuale è come l’onestà in generale: o ce l'hai o non ce l'hai. E si sa come è fatta Appendino: i meriti miei, le colpe degli altri, compresi i suoi assessori o ex assessori". Così il capogruppo Pd in Consiglio comunale e assessore all'Urbanistica della scorsa amministrazione, Stefano Lo Russo, ribatte alle dichiarazioni della sindaca Chiara Appendino sui buoni risultati in tema di consumo di suolo. Fra gli interventi citati la stombatura della Dora e la riqualificazione di alcune aree vicino all'Allianz Stadium. "La neo assessora al Piano Regolatore nonché sindaca alla ricerca disperata di una buona notizia da autoattribuirsi - afferma Lo Russo - si intesta il risultato ben sapendo che entrambe le operazioni non le ha né pensate, né impostate né avviate lei o il M5S che si è limitato a finirle, peraltro utilizzando fondi non del Comune". Per il capogruppo Dem "il tema del consumo di suolo a Torino praticamente non esiste: la questione, semmai, è il riuso delle aree industriali dismesse, e per questo nel 2015, con il centrosinistra, approvammo il Master plan delle residenze universitarie e avevamo probabilmente visto lungo". "L'urbanistica - conclude Lo Russo - richiede visione e tempo mentre questa amministrazione non ha messo in cantiere nulla di strutturale".

print_icon