Piano triennale per la non autosufficienza, 45mln a Piemonte

Il nuovo Piano nazionale triennale per la non autosufficienza porta al Piemonte oltre 45 milioni di euro, 10 in più rispetto al 2018. A darne notizia è l'assessore alle Politiche sociali della Regione Piemonte, Chiara Caucino, dopo aver partecipato a Roma all'incontro della Rete della protezione e dell'inclusione sociale. "Sono molto soddisfatta. Governo, Regioni e Comuni si sono confrontati con le parti sociali e il Terzo Settore. La programmazione su tre anni porterà certamente importanti benefici alle Regioni, che potranno garantire continuità agli interventi rivolti ai non autosufficienti - spiega l'assessora -. Il fondo dedicato aumenta, per il 2019, di circa 120 milioni a livello nazionale ed almeno la metà dovrà essere utilizzata per i disabili gravissimi, come avveniva lo scorso anno". "Per consentire che non vi siano interruzioni nell'erogazione dei servizi, si potrà richiedere al Ministero la corresponsione del 50% delle risorse spettanti anche nell'attesa del perfezionamento del Piano regionale - spiega ancora Caucino -. Pare ora meno lontano il traguardo di rendere omogenee le prestazioni su tutto il territorio nazionale e la definizione dei Livelli essenziali delle prestazioni. Come ho avuto già modo di dire, il welfare, se desideriamo avere una società più equa e solidale, non può essere percepito dagli attori politici come una Cenerentola, bensì deve essere inteso come la pietra angolare dell'azione amministrativa".

print_icon