Lavoro: arcivescovo Nosiglia, tardivo intervento istituzioni

"Avviare un tavolo di riflessione operativa sul lavoro con tutti gli enti, soggetti, istituzioni e associazioni interessate a portare il proprio contributo". A rilanciare "con forza" la proposta della Diocesi è stato l'arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia, durante l'incontro con gli operai della Martor. "Sarà importante sostenere le leve della solidarietà anche del mondo del lavoro perché le difficoltà di una azienda non sono un fatto circoscritto ma un problema che coinvolge l'intera società", ha detto Nosiglia. "Assistiamo a uno stillicidio di fabbriche che intendono chiudere nel territorio - ha affermato - e non si comprende come mai le istituzioni, che hanno il dovere primario di sostenere il lavoro come primo diritto e necessità insostituibile delle persone che lo hanno avuto finora o lo cercano, non si adoperino per intervenire non solo dopo che alcune scelte appaiono gia' decise, ma prima: per prevenire e affrontare con impegno e determinazione le difficoltà proprie di una azienda del territorio in bilico o con gravi problemi di sopravvivenza".

print_icon