Confindustria: per Bonomi 54 firme, 26 Pasini, 21 Mattioli

Carlo Bonomi ha presentato la sua autocandidatura alla presidenza di Confindustria certificando la sua base di consenso di partenza con la firma di 54 sostenitori; sono 26 le firme a sostegno della autocandidatura presentata da Giuseppe Pasini e 21 le firme che accompagnano l'autocandidatura presentata da Licia Mattioli. È quanto si apprende, e viene confermato riservatamente da più fonti, nell'attesa dell'ufficializzazione dei nomi in corsa. Presentare autocandidature era possibile, entro ieri, con una soglia di sbarramento: dimostrare, con dichiarazioni firmate, di avere già un consenso pari almeno al 10% dei voti assembleari o al 10% dei componenti del Consiglio generale. La documentazione presentata (anche le prime linee programmatiche) è ora al vaglio della commissione dei tre saggi che da oggi, per circa 5 settimane, consulterà tutte le articolazioni del sistema di rappresentanza degli industriali per registrare come si muove il consenso e eventualmente, per quanto ora appaia improbabile, far emergere eventuali altri possibili candidati.

print_icon