Piemonte: Lega contro chiusura sportelli bancari

La Lega ha presentato in Consiglio regionale un ordine del giorno contro la chiusura degli sportelli bancari. "Le ripercussioni sul territorio nazionale - sottolinea il capogruppo, Alberto Preioni - sono evidenti, valutato che ben 674 Comuni risultano oggi essere sprovvisti di sportelli bancari. Si è passati dalle 34 mila filiali del 2008 alle 25 mila attuali, danneggiando non poco i cittadini delle aree più decentrate". "L'emorragia - aggiunge - non sembra destinata a fermarsi. Proprio in queste settimane alcuni importanti istituti di credito hanno annunciato la chiusura di centinaia di filiali, individuando migliaia di esuberi". "Abbiamo avviato colloqui - spiega - coi soggetti competenti al fine di tutelare il lavoro e la funzione di presidio territoriale cui le filiali bancarie ottemperano indirettamente, anche per invertire il trend di progressivo abbandono del territorio da parte degli istituti bancari". L'ordine del giorno impegna la Giunta Cirio a "farsi parti attiva e promotrice di incontri tra Comuni e istituti bancari, al fine di concertare scenari di reciproca soddisfazione e impedire il continuo depauperamento dei servizi bancari di prossimità su tutto il territorio regionale".

print_icon