Torinesi in Siria: sorveglianza speciale per antagonista

Il tribunale di Torino ha disposto due anni di sorveglianza speciale per Maria Edgarda Marcucci, una giovane antagonista che negli anni scorsi era stata in Siria per legarsi alle milizie curde in lotta contro l'Isis. I giudici hanno invece respinto la richiesta di misura, presentata dalla procura, per Paolo Andolina e Jacopo Bindi. Per Marcucci non è stato disposto il divieto di dimora. I pubblici ministeri avevano proposto la sorveglianza speciale sostenendo che l'esperienza maturata in un contesto bellico avrebbe reso i torinesi "socialmente pericolosi". In precedenza il tribunale aveva respinto la medesima richiesta per altre due persone, Davide Grasso e Fabrizio Maniero.

print_icon