Casa: Atc Torino, nostra priorità gli alloggi di risulta

"Uno dei nostri primi obiettivi sono gli alloggi di risulta, circa 2 mila su Torino e provincia, che ad oggi per le norme di edilizia popolare hanno bisogno di una manutenzione con un costo medio di 4 mila euro ciascuno per essere messi a norma e riconsegnati alla città". Quelli messi a disposizione entro fine anno dovrebbero essere circa 350. A tracciare il piano di lavoro e' stato il neo vice presidente di Atc Torino, Fabio Tassone, in una Commissione consiliare nella quale ha spiegato che "abbiamo già attivato un tavolo di lavoro per iniziare al più presto gli interventi riqualificazione e la Regione si sta attivando per farci reperire i 4 milioni di euro necessari partire con gli interventi e iniziare a consegnare più alloggi possibile da qui a fine anno". Tassone ha poi evidenziato che "quella di Atc non è una situazione delle più tranquille e facili da gestire, anche per problemi che si trascinano da anni" e ha ricordato che "il nostro bilancio è gravato dal 30% di morosità colpevoli, risorse che per noi sarebbero molto importanti. Ma stiamo facendo tutto il possibile, anche attraverso un maggior utilizzo della tecnologia per velocizzare il lavoro per fa partire gli interventi di ristrutturazione il giorno successivo ai sopralluoghi dei nostri tecnici".

print_icon