Nomadi: Ricca, chiudere subito campo di Collegno

"Chiudere subito il campo nomadi di strada della Berlia di Collegno che dal 2012 al 2019 ha accumulato 264 mila euro di debiti con Smat. Soldi che gravano sulle spalle dei cittadini che hanno sempre pagato le loro utenze". A chiederlo l'assessore regionale alla Sicurezza Fabrizio Ricca e il consigliere comunale e segretario della Lega della città alle porte di Torino, Giovanni Parisi, che riferiscono di aver compiuto "un accesso agli atti che testimonia l'abusivismo economicamente gravoso che caratterizza l'insediamento". I due esponenti del Carroccio evidenziano che "Smat è una società pubblica partecipata anche dallo stesso Comune di Collegno, quindi evitare che abusivismi di questo tipo vengano compiuti è un'azione diretta a tutelare gli interessi di tutti i cittadini. Bisogna procedere al superamento del campo e a riportare la legalità nella zona" affermano ricordando che "grazie al lavoro in Regione e alla nuova legge sul superamento dei campi nomadi, anche quello di Collegno verrà superato. L'iter per l'approvazione della Legge - concludono - riprenderà non appena l'istituzione ritornerà in aula. La Regione è e sarà sempre vicina ai Comuni per combattere queste battaglie di buon senso".

print_icon