Ambulanze multate da T-red, situazione vergognosa

"Hanno lavorato, da volontari, per tutto l'apice dell'emergenza coronavirus, andando nelle case dei nostri cari a prenderli per portarli in ospedale. Adesso, per colpa delle telecamere T-red del Comune, che non distinguono un'ambulanza in emergenza con le sirene accese da un'auto che commette un illecito, gli autisti dei mezzi di soccorso stanno ricevendo multe su multe e stanno perdendo i punti della patente. La situazione è vergognosa e il Comune deve risolverla immediatamente". Così l'assessore alla Sicurezza della Regione Piemonte, Fabrizio Ricca. Nei giorni scorsi le organizzazioni del soccorso si sono viste recapitare una sfilza di verbali dalla polizia municipale, come riferisce il quotidiano La Stampa sulle pagine locali. La Croce Verde di Villastellone, per esempio, ne ha ricevuti 33 da 224 euro l'uno in un solo giorno. "Chiediamo che, come minimo, le telecamere T-red vengano tarate in modo che non segnalino i veicoli d'emergenza tra quelli a cui fare multe - afferma Ricca -. Siano essi ambulanze o volanti delle forze dell'ordine. È assurdo che chi lavora per la collettività sia travolto da beghe burocratiche e richieste di auto-certificazione per un sistema di controllo che non funziona come dovrebbe".

print_icon