Sindaco in prova

Dicono che… i festeggiamenti per il trionfo elettorale siano durati poco a Moncalieri. Il sindaco Paolo Montagna, confermato a furor di popolo, non solo si è ritrovato indagato poche ore dopo il responso delle urne, con l’accusa di non aver svolto la messa in prova per i suoi passati guai con la giustizia, ma è pure stato costretto, da logiche politiche, a confermare in giunta la sua antagonista. E sì, perché dopo essere stata la prima eletta nella lista Pd con il record di 909 preferenze, Laura Pompeo non poteva proprio rimanere fuori dalla squadra e pazienza se non si tratta esattamente di una fedelissima, anzi di colei che un annetto fa studiava per soffiargli il posto. Per lei stesse deleghe del primo mandato: Cultura e Turismo. Poche sorprese invece tra gli altri componenti dell’esecutivo cittadino, presentato ieri: per i dem ci sono Silvia Di Crescenzo (Welfare e Lavoro), Davide Guida (Istruzione), Giuseppe Messina (Sport), Angelo Ferrero (Lavori pubblici, Commercio e Trasporti). Per la lista Più Moncalieri entra in giunta Michele Morabito (Sicurezza) e per Montagna sindaco ecco Alessandra Borello (Ambiente). Terrà il gruppo alla "prova" del governo?

print_icon