Maltempo: M5s, 15 mln per Piemonte è solo primo step 

Per i danni causati dalle alluvioni di inizio ottobre in Piemonte c’è l'ok sulla dichiarazione dello stato di emergenza. L'annuncio è arrivato oggi dal Consiglio dei ministri, lo ha confermato il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, audito presso la Commissione ambiente territorio e lavori pubblici della Camera. Al Piemonte saranno destinati i primi 15 milioni di euro sulla base di una valutazione preliminare dei danni e dei fabbisogni dei territori colpiti". Lo sottolinea il gruppo M5s in Regione. "Borrelli - dicono i pentastellati piemontesi - ha parlato di danni per il Piemonte pari a 231 milioni per i fabbisogni di somma urgenza e 416 milioni per il rischio residuo, con almeno 1 miliardo di euro di danno complessivo, e uno stato di emergenza che verrà suddiviso su tre step. Il primo parte oggi, per la copertura per le spese di soccorso e assistenza alla popolazione. Il secondo sarà operativo tra circa un mese e riguarderà un ulteriore stanziamento per il ristoro dei danni infrastrutturali. Il terzo tempo sarà relativo alla copertura finanziaria delle infrastrutture più complesse e al rilancio economico-produttivo, e necessiterà di uno specifico intervento legislativo". "Lo Stato c’è - rimarcano - e non abbandona il nostro territorio colpito dalla recente ondata di maltempo. Lo avevamo ribadito in occasione della visita nelle zone colpite insieme al ministro Fabiana Dadone e allo stesso Borrelli. Oggi ne diamo conferma".

print_icon