Confindustria, Cuneese vicino a totale isolamento con Francia

"La provincia di Cuneo da sempre sconta le carenze della rete viaria responsabile di un isolamento che, se non le ha impedito lo sviluppo capace di farne un esempio di imprenditorialità e di versatilità oltre i confini regionali, certo ha reso assai più oneroso del dovuto raggiungere i traguardi di crescita". Lo scrive in una nota Confindustria Cuneo lanciando l'allarme per i collegamenti tra sud Piemonte e Francia: in valle Roya lo sbocco verso la Costa Azzurra cancellato dalla tempesta Alex del 2-3 ottobre. Dal 1 dicembre, inoltre, il Comune di Barcelonnette in Francia vorrebbe chiudere ai mezzi pesanti la strada che è il proseguimento del colle internazionale della Maddalena, in valle Stura. "Purtroppo - spiega Giuseppe Viriglio, presidente della sezione logistica-trasporti di Confindustria Cuneo - la nostra provincia non ha mai brillato per qualità delle infrastrutture e dei servizi viari, oggi siamo di fronte al rischio di un pressoché totale isolamento rispetto alla Francia, per raggiungere la quale bisogna passare dalla Liguria o dal traforo del Frejus, con un aumento notevole dei costi da affrontare per i pedaggi, maggiori consumi di carburante e tempi di percorrenza molto più lunghi. Per il colle di Tenda circolano voci molto allarmanti sul numero di anni che passeranno prima che sia ripristinata la sede stradale". 

print_icon