Covid: Rossi-Valle (Pd), ancora ritardi e dati incompleti

Per i consiglieri regionali Pd Domenico Rossi e Daniele Valle, "c'è ancora molta distanza tra le comunicazioni della Giunta e i problemi della realtà piemontese" sul fronte Covid. "Oggi in IV Commissione - dicono i due esponenti Dem - l'assessore alla Sanità Luigi Icardi ha fatto il punto sulle assunzioni destinate all'emergenza Covid-19, ma non ha fornito i dati delle dimissioni, dei pensionamenti e dei contratti inferiori a un anno. Niente dati anche su assunzioni a tempo indeterminato, turn over ordinario e graduatorie ancora aperte a tempo indeterminato. I sindacati hanno denunciato che quest'anno non verranno coperti neanche i pensionamenti, perché ci si sta appoggiando ai contratti a tempo determinato legati all'emergenza Covid, i cui costi verranno ripagati dai ristori statali. Si sta forse servendosi dell'emergenza per scaricare costi regionali sullo Stato"? Rossi e Valle chiedono di rendere gratuito il tampone molecolare per coloro che risultino positivi a un tampone rapido eseguito in ambito privato, "altrimenti rischiamo di disincentivare singoli e amministrazioni locali a procedere con le campagne di screening". Domandano inoltre di rimborsare i dpi alle Rsa che oggi non ne hanno diritto in quanto onlus, per non dare "il colpo di grazia a un settore già messo duramente alla prova". E segnalano "criticità nell'accesso all'applicativo per registrare gli esiti dei tamponi, e nella distribuzione dei tamponi rapidi alle strutture". 

print_icon