Superbonus: Fiaip Piemonte, necessaria proroga al 2023

E' assolutamente necessario e urgente prorogare i termini del superbonus 110 percento per la riqualificazione energetica degli immobili almeno al 2023". A lanciare l'appello è Paolo Papi, presidente di Fiaip Piemonte, la Federazione degli agenti immobiliari professionali. "Stiamo vivendo un paradosso - denuncia Papi - perché il provvedimento, correttamente nato per superare la crisi Covid-19, proprio a causa di questa stessa crisi è praticamente vanificato, almeno per quanto riguarda i condomini. Entro il 2021 non ce la farà praticamente nessuno". La spiegazione dell'impasse è semplice: per deliberare un intervento così complesso bisogna riunire le assemblee, ma appunto le assemblee non si possono più convocare, vista la recrudescenza del virus e i conseguenti provvedimenti restrittivi. "Del resto già prima c'erano state grosse difficoltà e si può dire che la stragrande maggioranza dei condomini fosse in altissimo mare". In generale, per il momento si assiste a tantissime richieste di fattibilità, ma non ancora l'avvio concreto delle opere con il 110 per i condomini. "Ora che le assemblee sono praticamente vietate, riuscire a concludere tutte le operazioni entro il 2021 è davvero impossibile. Per questo come Fiaip riteniamo fondamentale riconsiderare la data ultima e tornare a quella della prima stesura del provvedimento, che parlava come termine per i pagamenti rimborsabili dal credito d'imposta dell'anno 2023", spiega Papi.

print_icon